13 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.09
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

l'accusa è di omicidio colposo

Precipitarono da una scogliera: a processo l’ex sindaco di Terrasini

14 novembre 2018

L’ex sindaco di Terrasini Massimo Cucinella e l’ex dirigente dell’assessorato regionale al Territorio e Ambiente Francesca Chinnici sono stati rinviati a giudizio dal gup di Palermo per omicidio colposo. Avrebbero ignorato la nota della Guardia Costiera che segnalava un grave rischio di frane, non adottando alcun provvedimento.

Omissione che avrebbe determinato la morte di due fidanzati, Giuseppe Mignano e Francesca Inghilleri, precipitati dalla “scogliera degli innamorati” il 5 settembre del 2012 e morti nel mare di Terrasini.

Inizialmente gli inquirenti pensarono a un caso di omicidio-sucidio e aprirono un’indagine per omicidio volontario. Sui corpi dei due ragazzi vennero effettuate analisi chimiche per accertare la presenza di alcol e sostanze stupefacenti. Francesca e Giuseppe si frequentavano da pochissimo. Quella fatale fu la loro prima e ultima uscita.

La ragazza era reduce da una relazione dalla quale era nata una bambina. Con lo scooter di Giuseppe i due arrivarono alla “piazzetta degli innamorati”: una videocamera li ha ripresi mentre scendevano e si allontanavano alla scogliera che era ed è rimasta senza parapetto.

Poi più nulla. Le indagini accertarono poi che la Guardia Costiera aveva presentato una nota in cui denunciava un pericolo di frane. La Procura dispose una consulenza geologica che confermò l’allarme della Capitaneria. Nè il Comune né la Regione si attivarono.

Il processo comincerà il 26 febbraio. Si sono costituiti parte civile i genitori e la figlia della ragazza morta.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.