Premio "Azione cattolica 2021", riconoscimento ad Antoci per impegno sociale e politico :ilSicilia.it
Messina

a Taormina

Premio “Azione cattolica 2021”, riconoscimento ad Antoci per impegno sociale e politico

di
25 Settembre 2021

Si svolgerà questa sera, nella splendida cornice del Baglio dei Principi di Spadafora di Taormina, la consegna del Premio Azione Cattolica 2021.

L’importante riconoscimento viene conferito ogni anno a personalità distintesi per particolari meriti in tre diversi ambiti di impegno: quello della Vita Ecclesiale, dell’Impegno Sociale e Politico e dell’Arte e Cultura, ed è stato consegnato negli anni a personalità di rilievo in campo nazionale.

Il premio per la sezione “Impegno ecclesiale” verrà consegnato a Padre Antonio Spadaro, gesuita, giornalista, teologo, critico letterario e accademico italiano, attuale Direttore della rivista “La Civiltà Cattolica” che è la più antica rivista culturale italiana ancora in attività. È stata fondata a Napoli da un gruppo di gesuiti italiani e il primo numero è stato stampato il 6 aprile 1850. Padre Spadaro è considerato uno delle persone più vicine, oltre che consigliere, di Papa Francesco.

Il premio per la sezione “Impegno Sociale e Politico” verrà consegnato a Giuseppe Antoci già Presidente del Parco dei Nebrodi, autore del Protocollo di legalità (c.d. Protocollo Antoci), divenuto Legge dello Stato ed apprezzato dalla Commissione Europea consigliandone l’applicazione agli stati membri. Oggi Antoci è Presidente ad Honorem della Fondazione Caponnetto di Firenze e affianca, alla Presidenza Onoraria, Betta Baldi Caponnetto moglie del Giudice Capo del Pool di Falcone e Borsellino.

Il premio per la sezione “Arte e Cultura” verrà consegnato a Fulvia Toscano direttore artistico del Festival letterario Naxos Legge;

“Sono onorato di ricevere questo riconoscimento e ringrazio di cuore l’Azione Cattolica che da sempre si impegna al servizio delle Comunità.  Recentemente sono stato nella Terra dei fuochi – dichiara Giuseppe Antoci – e ho visto il dolore di coloro che hanno perso i loro bambini a causa dei tumori provocati dal tremendo inquinamento e dalla mano spietata della camorra e delle mafie. “Il Coraggio dei Bambini” – continua Antoci – così si chiama l’Associazione che porta avanti un grande lavoro per aiutare chi è colpito da questa tragedia, nasce per volere di una bambina speciale, Aurora Cannolicchio. Aurora – ancora Antoci – si ammala di tumore a 8 anni e muore a 10. Prima di morire chiede ai suoi genitori di ricordarla facendo di tutto per evitare che quello che è successo a lei non accadesse più ad altri bambini. Da quel momento le lacrime si sono trasformate in impegno quotidiano e Aurora, in fondo, non ha mai smesso di vivere. A lei – conclude Antoci – dedico questo premio, la sua lezione di vita accompagni il nostro cammino”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.