Presentata la 104^ edizione della Targa Florio, la Corsa ai tempi del coronavirus | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DI ACI SPORT ANGELO PIZZUTO

Presentata la 104^ edizione della Targa Florio, la Corsa ai tempi del coronavirus | VIDEO

di
10 Settembre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

E’ stata presentata, presso la sede di viale delle Alpi 6 a Palermo, la 104^ edizione della Targa Florio.

Un’edizione a mezzo servizio a causa dell’emergenza coronavirus. Si parte venerdì 11 settembre con lo shakedown da Collesano. Sabato, invece, ci sarà di scena la corsa vera e propria.

Tre le prove speciali (Tribune, Targa e Scillato-Polizzi), su una distanza complessiva di 90 chilometri (che si abbassa a 60 per Historic e Rally di Zona).

Al via 139 equipaggi, con tutti i favoriti al titolo del campionato italiano presenti nella starting greed. Crugnola (terzo lo scorso anno), Basso, Andreucci, Scattolon, Signor e Albertini. Nel parterre dei partecipanti anche i siciliani Totò Riolo, Alessio Profeta e Fabio Angelucci.

Per disposizione della Prefettura, la “Corsa” si svolgerà senza la presenza di pubblico. Novità dell’ultima ora, l’arrivo è stato fissato in quel di Campofelice di Roccella, dove vi sarà anche la cerimonia di premiazione.

LA PRESENTAZIONE DEL PRESIDENTE ANGELO PIZZUTO

Noi abbiamo grandi aspettative, perchè la Targa Florio non è solo un fatto sportivo – dichiara il presidente di Aci Sport Angelo Pizzuto -. Stiamo utilizzando questo veicolo per dare un segnale di ripresa dopo la pandemia che ha colpito il mondo“.

Il fatto che ci siano 139 equipaggi al via (45 vetture di CIR), con tutti i big che sono venuti a Palermo per l’occasione, non solo testimoniano il grande affetto che l’ambiente automobilistico ha per la Targa Florio illeso negli anni, ma anche un grande interesse che questo evento diventi un evento simbolo della Sicilia“.

Quest’anno è andata così – sottolinea Pizzuto -. Noi siamo molto dispiaciuti per i tifosi che in migliaia seguono la Targa Florio. Un’edizione un pò particolare, una gestazione molto difficile, molto complicata. Ma non volevamo fermarci. La 104^ edizione si farà e secondo noi verrà una bella gara“.

Una battuta è stata dedicata anche al riconoscimento, alla “Corsa”, del vincolo culturale della Regione Siciliana messo in pratica dal governo Musumeci e dall’assessore Alberto Samonà.

Questo è un gesto di amore verso la Targa da parte della Regione Siciliana. Il presidente Musumeci ha partecipato a pieno titolo come partner di questa manifestazione. Questo connubio tra sport, Sicilia, cultura, fa si che la Targa Florio rappresenti l’Isola. E’ questo che la Regione ha inteso fare, ovvero rendere questa unione indelebile, vincolando il brand“.

Infine, sono state annunciate le ultime novità sul percorso.

Le prove sono tre, perchè quest’anno c’è stata una riduzione di chilometraggio (causa emergenza covid-19 n.d.r.). Le tappe scelte sono quelle più caratteristiche della Targa Florio, ovvero la Floriopoli-Cerda, la Cerda-Caltavuturo e la Scillato-Polizzi, con un tracciato impegnativo“.

Una novità degli ultimi minuti, ci sarà l’arrivo in piazza a Campofelice di Roccella in piazza, concesso ieri sera dalla autorità. Sarà tutto transennato, ci saranno tutti i criteri di sicurezza del caso, ma volevamo dare un messaggio ai tifosi e agli appassionati“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.