Presentato a Palermo sanitainsicilia.it: tra gli ospiti gli assessori Razza e Lagalla | Video e Foto :ilSicilia.it
Banner Bibo

al cinema multisala Politeama

Presentato a Palermo sanitainsicilia.it: tra gli ospiti gli assessori Razza e Lagalla | Video e Foto

di
6 Dicembre 2018

Scorri la fotogallery in alto

 

Guarda il video in alto

Grande entusiasmo e partecipazione da parte dei professionisti del mondo della sanità e non solo per la presentazione di sanitainsicilia.it,  avvenuta mercoledì 5 dicembre, al cinema multisala Politeama.

Sul palco a presentare il nuovo progetto editoriale Maurizio Scaglione fondatore della casa editrice Mercurio Comunicazione, Alberto Samonà direttore responsabile de ilSicilia.it, il responsabile scientifico Salvatore Corrao, la coordinatrice editoriale Veronica Gioè, ospiti d’eccezione l’assessore alla Salute Ruggero Razza e l’assessore alla Formazione Roberto Lagalla.

Presenti anche il presidente della sesta commissione all’Ars Margherita La Rocca Ruvolo, rappresentanti della politica comunale, operatori del mondo della sanità e non solo.

“Il Gruppo Editoriale Mercurio Comunicazione – afferma l’editore Maurizio Scaglionedopo l’importante gradimento riscosso con ilSicilia.it, Siciliarurale.eu, Siciliammare.it e ilGiornaledellaBellezza.it dopo oltre sei mesi di progettazione e lavorazione edita SanitainSicilia.it che si occuperà di sanità e salute in Sicilia rivolgendosi sia agli operatori del settore ma anche e soprattutto ai cittadini che nella loro quotidianità hanno inevitabilmente a che fare con questo mondo, ed alle imprese interessate a dialogare con la sanità in siciliana”.

Ormai – prosegue l’editore- il primo strumento da cui passa l’informazione è il telefonino, di conseguenza è sempre alla portata di tutti, motivo per il quale ritengo fondamentale potenziare questo servizio attraverso anche la realizzazione dei tematici che completano l’informazione stessa“.

Sul palco anche il direttore responsabile de ilSicilia.it, Alberto Samonà che ha detto “L’obiettivo è quello di offrire una visione dell’informazione a 360° , questo è il nostro modo di fare giornalismo e per farlo l’editore ha pensato bene di creare anche i tematici, proprio per raccontare la Sicilia sotto ogni sfaccettatura. E’ fondamentale che questi giornali on-line diventino lo specchio di ciò che avviene in Sicilia“.

Creare oggi un’informazione che non sia fatta solo di mezze notizie o mezze verità è una sfida – afferma il responsabile scientifico, professore Salvatore  Corrao-  noi vogliamo fare un tipo di informazione che vuole fare ‘cultura’ perchè vuole lanciare messaggi e non solo mere notizie“.

Ritengo sia molto interessante che l’assessore Razza, alla prima intervista di lancio di questo giornale, abbia sottolineato che si deve parlare anche delle criticità legate al mondo della sanità ma noi vi racconteremo anche delle cose buone, fatte di accurati approfondimenti e basate su evidenze scientifiche“.

Sul  palco l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, “In questi primi 12 mesi come assessore alla Salute ho compreso quanto è importante l’informazione in Sanità, è fondamentale raccontare le criticità ma è altrettanto importante raccontare le cose positive per dare una corretta percezione di quello che effettivamente avviene in questo settore particolarmente delicato. La vostra, dunque, è un’azione sia culturale che sociale importante, perchè oltre alle difficoltà che il nostro sistema incontra si saprà raccontare anche le azioni positive che tale sistema è in grado di portare avanti è un fondamentale servizio che si offre sia a chi opera nel settore sia per i pazienti“.

L’assessore regionale alla Formazione Roberto LagallaIl valore aggiunto di SanitainSicilia.it è quello di non dividere e separare l’autore dall’utente, ma fare in modo che possa esistere una circolarità dell’informazione corretta ma anche di richieste pertinenti tra gli operatori e l’utenza tant’è che alla fine il giornale offre preziosamente il palcoscenico e il teatro sul quale il giornale in qualche modo si anima sulla base delle buone e cattive notizie e sulla base delle legittime curiosità di quanti si rivolgono alle strutture sanitarie in questa regione“.

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco