Proroga per i precari degli enti locali, governo trasferisce 50 milioni, ok della Commissione Bilancio :ilSicilia.it

la norma

Proroga per i precari degli enti locali, governo trasferisce 50 milioni, ok della Commissione Bilancio

di
11 Dicembre 2019

Riccardo Savona, presidente della II commissione bilancio e programmazione dell’Ars, dà notizia che la proroga al dicembre 2020 della stabilizzazione dei precari degli enti locali siciliani è stata votata all’unanimità da parte di tutti i componenti.

Adesso – spiega – ci sarà l’ultimo passaggio in Aula, rimane obiettivo prioritario da parte del governo regionale e del parlamento siciliano definire una volta per tutte la stabilizzazione del precariato nell’Isola“.

A oggi – aggiunge – la stabilizzazione riguarda 4.305 dipendenti su 11.388 totali. Grazie al contributo del fondo straordinario pluriennale della Regione, che si concluderà nel 2038, si potrà mettere la parola fine alla stagione del precariato nei comuni siciliani”.

La prima soluzione per garantire i lavoratori di questi comuni passa inevitabilmente dall’approvazione nel Decreto Milleproroghe nella finanziaria nazionale con la proroga di questo personale al 31 dicembre 2020.

E’ un tema spinoso che deve essere portato a termine perché è chiaro che anche il personale precario dei comuni in dissesto e in pre-dissesto meritano la stabilizzazione, tra l’altro con la storicizzazione della spesa c’è un percorso tracciato,però è chiaro che il percorso deve seguire un iter con il governo nazionale per avere una piena legittimazione normativa per chiudere finalmente questa pagina di precariato – aveva detto ieri il presidente Savona incontrando i sindaci –  il tema dei precari degli enti locali in dissesto è assolutamente attenzionato, e c’è da parte del governo siciliano e dei gruppi parlamentari bipartisan di lavorare per seguire tutte le strade possibili per definire positivamente questo percorso per garantire anche al personale precario e in sovrannumero una giusta soluzione alla problematica in corso, tant’è vero che già la prima I° °commissione parlamentare ha dato l’ok alla proroga dei precari degli enti locali fino a dicembre 2020 e la II° commissione bilancio e programmazione è pronta a dare parere favorevole a tutta questa platea di lavoratori”.

Intanto questa mattina si è appreso che gli assessori regionali della Funzione Pubblica , Bernerdette Grasso, e del
Lavoro, Antonio Scavone, hanno firmato il decreto con cui vengono trasferite, agli enti locali isolani, le somme necessarie per il pagamento del personale precario già stabilizzato e quello ancora da stabilizzare.

Si tratta della quarta trimestralità del fondo straordinario che serve per garantire ai comuni, alle ex province e alle unioni di comuni- hanno affermato Grasso e Scavone- le risorse necessarie per il pagamento del personale precario. In particolare, nei prossimi giorni verranno trasferiti 49,4 milioni di euro a saldo dei 172 milioni assegnati per l’intero 2019”.

Ad oggi sono 158 gli enti locali che hanno proceduto alla stabilizzazione di 4305 dipendenti su un totale di 11.388.

Il processo di stabilizzazione del personale precario in Sicilia è destinato a crescere ulteriormente –continuano gli assessori– visto che il contributo relativo al fondo straordinario è pluriennale ed è previsto che venga erogato fino al 2038”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.