Protesta a Lampedusa, Martello: "Lo Stato ci ha abbandonato" :ilSicilia.it
Messina

AIUTI RIMASTI SULLA CARTA

Protesta a Lampedusa, Martello: “Lo Stato ci ha abbandonato”

di
26 Maggio 2020

Comprendo le ragioni di questa iniziativa, l’emergenza Coronavirus ha determinato a Lampedusa e Linosa una crisi economica molto più pesante rispetto ad altre realtà. Fino ad ora le misure e gli aiuti economici messi in campo dal governo nazionale e dal governo regionale sono rimasti sulla carta, di effetti concreti non c’è neppure l’ombra”. Lo dice Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa, a proposito della manifestazione promossa oggi a Lampedusa da imprenditori, commercianti e cittadini per chiedere misure efficaci e concrete di sostegno all’economia locale messa in ginocchio dalla crisi Covid19.

“Forse qualcuno non si rende conto che a Lampedusa e Linosa si vive solo di turismo e di pesca – aggiunge Martello – non ci sono alternative, ed entrambi i settori sono paralizzati: le istituzioni hanno il dovere di intervenire con aiuti veloci e reali anche perchè all’emergenza Coronavirus, con tutte le conseguenze sociali ed economiche che comporta, qui si aggiunge l’emergenza legata all’arrivo dei migranti”.

Lo Stato – conclude Martello – non può ricordarsi di noi quando ha bisogno di aiuto perchè Lampedusa garantisce accoglienza umanitaria, e girarsi dall’altra parte quando siamo noi a chiedere un sostengo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.