Proteste contro il DPCM Conte: scontri a Palermo, Manlio Messina riceve delegazione | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

LA CONDANNA DEL SINDACO ORLANDO

Proteste contro il DPCM Conte: scontri a Palermo, Manlio Messina riceve delegazione | VIDEO

di
28 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Non si placano le proteste contro l’ultimo DPCM firmato domenica dal premier Giuseppe Conte.

A Palermo oggi si sono svolte due distinte manifestazioni. La prima, completamente pacifica, si è sviluppata a Piazza Indipendenza. Qui si sono unite infatti duecento persone, radunate dagli organizzatori Eros Di Maio e Luigi Leone. I due sono stati ricevuti intorno alle 20:00 dall’assessore allo Sport Manlio Messina, che ha promesso ai manifestanti il massimo impegno da parte della Regione. Il corteo ha comunque annunciato che, in caso di mancato allentamento delle restrizioni, tornerà di nuovo in piazza per farsi sentire.

L’assessore Manlio Messina incontra i manifestanti

Nella seconda ondata invece, sviluppatasi ai Quattro Canti, il finale è stato diametralmente opposto. Qui un gruppo di antagonisti ha animato una protesta che si stava svolgendo civilmente. Sono state divelte piante e danneggiati negozi. Inoltre, sono stati lanciati fumogeni e bombe carte contro le forze dell’ordine. La forze di polizia hanno reagito caricando i facinorosi.

A seguito dei tafferugli, sono state fermate due persone. Ferito negli scontri un operatore della TV Mediaset, colpito da un oggetto lanciato dai dimostranti.

LA CONDANNA DI LEOLUCA ORLANDO

Oggi alcuni gruppuscoli isolati che ricorrono ad inaccettabili atti di violenza hanno confermato il senso di responsabilità e la civiltà dei tanti che, pur colpiti da una gravissima crisi sanitaria ed economica, stanno legittimamente protestando in modo civile“.

Lo ha dichiarato infatti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Nel dare la mia piena solidarietà alle forze di polizia impegnate, ribadisco che occorre dare risposte a chi sta subendo tale crisi, con adeguati e immediati interventi del Governo nazionale e della Regione, che non possono ignorare le conseguenze sociali ed economiche di provvedimenti, pur necessari, per contrastare una mortale pandemia“.

I COMMERCIANTI SCENDONO IN PIAZZA

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.