Proteste davanti al porto di Pozzallo, approda nave carica di grano canadese | FOTO :ilSicilia.it
Ragusa

IL COMMENTO DELL'ASSESSORE EDY BANDIERA

Proteste davanti al porto di Pozzallo, approda nave carica di grano canadese | FOTO

di
12 Agosto 2020

GUARDA LE FOTO IN ALTO

Protesta davanti al porto di Pozzallo di un gruppo di produttori e di consumatori per l’arrivo di una nave carica di grano canadese.

I manifestanti sono infatti fuori dalla struttura portuale con bandiere e striscioni per denunciare quello che sostengono sia un arrivo incontrollato di grano dall’estero. Il prodotto potrebbe contenere del glifosato, sostanza non consentita in Europa.

Sul posto sono inoltre presenti i controlli da parte dell’ispettorato, del corpo forestale e della Regione Siciliana.

LE PAROLE DI EDY BANDIERA

Intanto, si ritiene soddisfatto della tutela dei prodotti siciliani l’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera.

L’aspettavamo da alcuni giorni. Una nave battente bandiera olandese che porta a Pozzallo 12.453 tonnellate di grano duro di origine canadese. Come sempre siamo lì, pronti ai controlli – sottolinea Bandiera -, con il Servizio Fitosanitario, il Corpo Forestale della Regione Siciliana e l’Ispettorato centrale repressione frodi“.

I campioni prelevati saranno invitati ai laboratori dell’istituto zooprofilattico di Palermo, ente pubblico accreditato per il glifosato“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.