Protezioni anti-covid dalla Cina: deputato 5 Stelle ringrazia Di Maio, ma le ha acquistate Musumeci :ilSicilia.it

il fatto

Protezioni anti-covid dalla Cina: deputato 5 Stelle ringrazia Di Maio, ma le ha acquistate Musumeci

6 Aprile 2020

Il deputato Regionale del movimento 5 stelle Antonio De Luca ringrazia coin tanto di post su Facebook il ministro Luigi Di Maio per le 40 tonnellate di dispositivi di protezione arrivati in Sicilia dalla Cina. Un lungo messaggio sui social per ribadire “l’incredibile lavoro svolto da Luigi in questi anni. Pure la Sicilia sta avendo i suoi benefici…”.

Il deputato sembra però non essersi accorto che le tonnellate di dispositivi arrivati in Sicilia per essere distribuiti in covid center ed ospedali, sono arrivate in Sicilia grazie alla Regione Siciliana e non certo al ministro Di Maio. L’operazione, infatti, è stata voluta dal presidente Musumeci e dall’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza.

40 tonnellate di mascherine, guanti, occhiali protettivi, camici, copricapo e gambali! I buoni rapporti internazionali di Luigi Di Maio stanno dando i loro risultati! Anche grazie all’incredibile lavoro svolto da Luigi in questi anni, pure la Sicilia sta avendo i suoi benefici, ottenendo il suo primo carico importante per fare fronte all’emergenza coronavirus! Una sostanziosa fornitura reperita e acquistata dalla Regione Siciliana che servirà a dare supporto innanzitutto agli ospedali della regione. Solo con la collaborazione interna ed internazionale riusciremo a superare questa crisi”. Scrive De Luca.

Un post che ovviamente ha suscitato un vespaio di polemiche, a partire dagli stessi utenti di Facebook, che hanno ricordato al parlamentare i passaggi anche burocratici che hanno portato all’arrivo del materiale dalla Cina.

Ennesima fake news. Ennesimi meriti che non vi appartengono. Come correttamente ed onestamente riconosciuto anche dallo stesso ministro Luigi Di Maio, trattative, acquisto e rapporti internazionali sono stati TOTALMENTE ed ESCLUSIVAMENTE intrattenuti e gestiti dalla Regione Siciliana con la collaborazione di ISMETT ed UPMC (quest’ultima soprattutto intrattiene numerosi rapporti con la Cina e svolge numerose attività li). Ci sono le dichiarazioni pubbliche ma ci sono anche i documenti ufficiali pubblicati. Smettetela di prendervi meriti che non avete, dite la verità. Collaborate, fate proposte utili, lo sciacallaggio non aiuta. Cordialità”. Scrive Domenico.

Contratto di vendita DPI

Grazie Presidente Musumeci. Grazie assessore Razza. L’acquisto è stato pagato dalla Regione. Effettuato per il tramite dell’UPCM (altro che rapporti instaurati da Di Maio) e con la collaborazione dell’Ismett (altro che rapporti instaurati da Di Maio)”, conferma un’altra utente.

E alla fine è lo stesso assessore alla Sanità Razza nella sua pagina Facebook a pubblicare il contratto stipulato dalla protezione Civile con una azienda cinese per dimostrare la non veridicità delle parole del deputato grillino De Luca, affermando: “Ringrazio il ministro Di Maio per le sue parole di apprezzamento di oggi. Il nostro impegno come governo siciliano è stato instancabile: abbiamo chiesto l’aiuto di UPMC, che ha più attività in Cina e con noi condivide l’esperienza di Ismett a Palermo. Trovo singolare che alcuni suoi rappresentanti e qualche fazioso supporter si sforzino di negare la gestione integralmente siciliana di questa fornitura che è stata reperita, approntata e poi pagata dalla nostra Protezione Civile regionale. Evidentemente, a differenza del ministro, altri non si rassegnano di fronte alla necessità di mantenere unite le istituzioni. Soprattutto in questo momento”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.