Prova a bloccare una fuga di migranti, gamba fratturata per un agente di polizia :ilSicilia.it
Trapani

SUCCEDE A MARSALA (TP)

Prova a bloccare una fuga di migranti, gamba fratturata per un agente di polizia

di
12 Agosto 2020

Un ispettore di polizia è rimasto ferito mentre con altri colleghi stava cercando di bloccare un tentativo di fuga di alcuni migranti da un centro di accoglienza di contrada Casabianca, alla periferia di Marsala.

Il poliziotto si chiama Vincenzo Lucchese ed è originario di Alcamo. L’agente è attualmente in servizio al commissariato di Castellammare del Golfo (Tp).

IL FATTO

L’agente ha subito la frattura scomposta della gamba sinistra a seguito di una caduta mentre scavalcava una recinzione. L’uomo ha riportato la lesione mentre stava inseguendo dei fuggitivi.

Adesso il soggetto è ricoverato all’ospedale di Trapani dove, dice il sindacato Siulp, dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico alla tibia.

Lucchese, che in passato è stato anche assessore nella giunta del sindaco di Alcamo Giacomo Scala ed è stato segretario provinciale del Siulp.

Purtroppo, è accaduto ciò che non avremmo mai voluto succedesse – scrive in una nota il sindacato -. Ad oggi, nonostante tutte le nostre proteste, non sono stati assunti provvedimenti per mettere in sicurezza la struttura”. A tutti gli extracomunitari, una quarantina di tunisini. era stato fatto il tampone per per il covid 19, ma i risultati non sono ancora noti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.