Prove tecniche di G7. Boschi a Taormina: "Tempi stretti ma ce la faremo" :ilSicilia.it
Messina

Il sindaco Giardina: "Il Palacongressi è da fare subito"

Boschi, “G7 tempi stretti ma ce la faremo”. Cantone, “Appalti? Ancora tutto fermo” (Video)

di
24 Febbraio 2017

La missione di Maria Elena Boschi a Taormina per salvare il G7 parte con il piede sbagliato. La sede del comune resta off limits per i giornalisti e i camera-men giunti per ascoltare il verbo sottosegretariale della divin pulzella, primo petalo del giglio magico renziano. Insomma, il destino – ma soprattutto gli appalti, le assegnazioni, i tempi e le modalità di intervento – del G7 ionico si conoscerà alla fine della riunione tra lo staff di Palazzo Chigi e l’amministrazione comunale.

E se la Boschi rimane in silenzio, poco prima della riunione è il primo cittadino di Taormina a parlare: “Stiamo passando dalla fase della preoccupazione a quella del fare. Bisogna accelerare e andare più veloci ma sono prevalentemente ottimista – conclude Eligio Giardina –  L’unica preoccupazione è il palazzo dei Congressi: è da fare e subito“. In seguito all’incontro la Boschi dovrebbe visitare il Teatro di Taormina e la villa comunale.
boschiL’ex ministro ha incontrato intorno alle 11.30 consiglieri e amministratori in un incontro “top secret” con ingresso impedito ai giornalisti. Poco dopo mezzogiorno ha lasciato Palazzo dei Giurati per la passeggiata a piedi in Corso Umberto verso i luoghi destinati ai cantieri; dapprima al Palacongressi (da mettere a norma) e poi al Teatro Antico dove il 26 maggio si svolgerà il concerto per i sette grandi con l’Orchestra del Teatro della Scala di Milano. Al Sottosegretario è stato anche chiesto di visitare la Villa comunale, da tempo interessata da una frana. “Stiamo facendo tutto il possibile per presentare al meglio la città in vista del G7 – ha detto il Sottosegretario Boschi – Lunedì inizieranno i lavori per le elipiste. Faremo una riunione a settimana a Palazzo Chigi per fare il punto della situazione. Siamo certamente presenti e attenti a seguire tutto quello che c’è da fare”.  

La Boschi ha ricordato come il Consiglio dei ministri abbia stanziato 15 milioni per il G7 e poi ha parlato di sicurezza, subito prima di effettuare la visita-sopralluogo al Teatro Greco. “Saranno 6 mila le persone impegnate, tra forze dell’ordine e militari, e siamo già a buon punto. Abbiamo tempi stretti, ma per gli appalti avremo molta attenzione sulle procedure da seguire e la trasparenza – afferma la Boschi – Abbiamo stilato un protocollo con l’Anac ed è un ulteriore elemento di garanzia. I soldi pubblici, come sempre, vanno spesi tutti bene e in modo trasparente”. E poi conclude. “Putin a Taormina? È un G7…”.img_0208

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

Cancelleri, ma la lista civica non garantisce l’elezione

Il Movimento 5 stelle è ormai un’accozzaglia di correnti. Da un lato Luigi Di Maio, da un altro lato Alessandro Di Battista, da un altro ancora Roberto Fico ed ancora-ancora Paola Taverna. Poi ci sono le sottocorrenti che a loro volta si suddividono in gruppi e sottogruppi. In questo frastagliato mosaico è molto difficile capire dove collocare i pentastellati siciliani, sia quelli eletti al parlamento nazionale che quelli eletti all’Ars.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin