24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.14

La proposta del sottosegretario Villarosa

Province, un tavolo interministeriale con la Regione per salvarle

22 Marzo 2019

Non si arrestano le grandi manovre a Roma per salvare le Province siciliane, che si trovano sull’orlo del dissesto economico. La partita, adesso, potrebbe spostarsi al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il sottosegretario all’Economia Alessio Villarosa ha annunciato di aver “chiesto al capo di gabinetto del ministro dell’Economia Giovanni Tria di convocare ufficialmente, in tempi brevi, un tavolo tecnico che possa valutare in modo definitivo la proposta di soluzione relativa al dissesto delle ex province siciliane, attraverso l’utilizzo delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione“.

Una proposta – spiega – il cui esito positivo, ai fini della risoluzione di tale dissesto, è possibile anche grazie alle risorse che mi sono state messe a disposizione dalla ministra del Sud Barbara Lezzi. Ho già anticipato che sarà indispensabile la presenza a tale tavolo, oltre che dei rappresentati del Mef e degli uffici della ministra del Sud Lezzi, anche dei rappresentanti della Regione Siciliana“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.