17 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.32
Catania

L'uomo è stato arrestato

Punta il coltello alla moglie con neonato in braccio

13 Giugno 2018

Un romeno di 35 anni, è stato arrestato dai carabinieri nel Catanese, in esecuzione di un’ordinanza del Gip, che ipotizza il reato di maltrattamenti in famiglia aggravati, avrebbe infatti minacciato di uccidere la moglie.

Secondo l’accusa, l’uomo, spesso sotto gli effetti dell’alcol, avrebbe picchiato più volte la sua convivente, una connazionale di 32 anni, e, il 3 febbraio scorso, dopo averla accusata di adulterio le ha puntato un coltello alla gola mentre la donna teneva in braccio la loro bambina di appena tre mesi, ultima arrivata oltre ad altri tre figli di 7, 5 e 3 anni.

A soccorrere la vittima la sorella dell’uomo che ha ripreso l’aggressione con lo smartphone e ha minacciato di denunciarlo. Il romeno ha reagito minacciando la sorella dicendole: “ti infilo il cellulare in bocca e poi ti mando qualcuno ad ammazzarti di botte”.

Reazione che ha portato la donna a denunciare il fratello ai carabinieri per paura che potesse commettere gesti estremi nei confronti della cognata e soprattutto dei nipoti minorenni. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.