Pupi Avati inaugura l'anno accademico dell'Università di Messina :ilSicilia.it

Pupi Avati inaugura l’anno accademico dell’Università di Messina

21 Febbraio 2020

Si è svolta stamani, 21 febbraio 2020, l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Messina alla presenza di uno dei più grandi maestri del Cinema italiano Pupi Avati. 

Il regista bolognese, il quale ha diretto 50 film, scritto 51 sceneggiature, 16 libri, candidato a 12 David di Donatello di cui 3 vinti, ha infatti presenziato all’evento di questo pomeriggio svoltosi presso il Teatro Vittorio Emanuele.

“Mi fa molto piacere inaugurare oggi l’anno accademico dell’Università a Messina, mi lusinga veramente molto – ha commentato il regista durante l’inaugurazione – Io non ho fatto l’Università ho frequentato solo per un giorno, quindi ho un esperienza molto scadente. A mia madre avrebbe fatto tanto piacere vedermi in un ambiente universitario“.

C’è molto fermento per la cinematografia in Italia, ci sono molti giovani e la gente sta anche tornando ad andare al cinema, soprattutto i 40-50enni –  ha commentato il regista la situazione di oggi –  c’è un interesse nuovo a Bologna stanno aprendo tre nuove monosala, un’altra l’ho inaugurata io a Lecco e questo è sicuramente un bene. Il multisala invece ha invece ucciso il cinema“.

Tag:

La pittrice della Via Crucis | LE FOTO

Con questo bell'articolo sulla pittrice Maria Pia De Angelis si inaugura oggi "L'Occhiotriquetro - note e postille", la nuova rubrica di Piero Longo, poeta, critico teatrale, critico e storico dell'arte, nonché presidente de "Gli Amici del Teatro Biondo" e presidente onorario di "Italia Nostra Palermo"
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Ad Alimena la Misericordia cuce le mascherine per tutti

La Misericordia di Alimena, che da anni opera nel sociale ed è fautrice di tante belle iniziative, ha iniziato a produrre le mascherine. Saranno distribuite gratuitamente a chi ne farà richiesta e sono già state stilate diverse liste per andare incontro soprattutto alle esigenze di tanti anziani.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona