Qualità dell'acqua: avviata collaborazione tra Amap e Istituto Superiore di Sanità :ilSicilia.it
Palermo

il meeting

Qualità dell’acqua: avviata collaborazione tra Amap e Istituto Superiore di Sanità

di
28 Gennaio 2022

Creare un sistema integrato di prevenzione di ogni possibile rischio di tipo sanitario e di sicurezza legato all’intero ciclo dell’acqua potabile, che vada oltre e sia posto a monte dell’attuale sistema di costanti e periodici controlli ordinari sulla qualità.
Questo l’obiettivo principale del “Piano di sicurezza dell’acqua – PSA” al quale l’AMAP lavorerà dai prossimi giorni con il supporto tecnico-scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il Piano, che si basa sulla Direttiva europea 2020/2184 sulla qualità dell’acqua e che segue le indicazioni fornite dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute, “supera il concetto di controllo e monitoraggio come sono oggi intesi – spiega Alessandro Di Martino, Amministratore Unico di AMAP – con una nuova filosofia che mira soprattutto alla prevenzione sotto il profilo tecnico e operativo e ad un appropriato uso della risorsa idrica da parte dei cittadini”.

Il PSA, per la cui stesura si terrà la prossima settimana una prima riunione operativa fra i tecnici dell’azienda e gli esperti dell’Istituto di Sanità, si muoverà su 4 assi principali che corrispondono ad altrettanti obiettivi:
– la prevenzione di emergenze di tipo idrico-potabile, attraverso una valutazione di ogni possibile evento critico nelle sorgenti e negli invasi, agli impianti di potabilizzazione e lungo la rete di distribuzione, tenendo conto anche degli scenari che si stanno delineando con il cambiamento ambientale e climatico in atto;
– la tempestiva verifica di eventuali eventi di contaminazione, attraverso un sistema di monitoraggio, telecontrollo ed allarme anticipato;
– la protezione delle aree di captazione e delle sorgenti, con la predisposizione di piani condivisi con tutti gli enti e le istituzioni coinvolte;
– la messa in atto di condizioni adeguate per favorire la partecipazione dei cittadini in modo consapevole e attivo, migliorando strumenti e procedure di comunicazione ordinaria e di emergenza.

Tutto questo – spiega ancora Di Martino – avverrà ricorrendo necessariamente ad una reingegnerizzazione dei sistemi di raccolta e analisi dei dati, la costruzione di basi informative tramite le quali condividere informazioni non solo all’interno dell’azienda, ma anche e soprattutto con gestori, Enti ed Istituzioni che si occupano di monitoraggio e protezione del territorio e della salute nel nostro territorio”.

Proprio per l’ampiezza del lavoro previsto, in considerazione della dimensione assunta dall’Amap con i 44 comuni serviti nell’area metropolitana, il processo di stesura del Piano si svolgerà per gradi, partendo dal sistema acquedottistico dello Jato, che, alimentato dalle acque del lago Poma di Partinico, è a servizio dei comuni di Balestrate, Trappeto, Terrasini, Cinisi, Carini, Capaci e Isola delle Femmine, oltre che di un’ampia parte del capoluogo, con una popolazione servita di circa 150.000 abitanti.

Così come per il piano di sviluppo e investimenti strutturali – conclude Di Martino – la nostra prospettiva è stata tarata a realizzare un sistema che duri nel tempo, valicando certamente almeno i prossimi decenni anche tenendo conto dell’evoluzione del nostro territorio e delle condizioni climatiche, per dare ai cittadini la garanzia di poter usare una risorsa non soltanto pubblica, ma sicuramente di alta qualità e sicurezza”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.