Quattro milioni dalla Regione per la spiaggia di Eraclea Minoa. Savarino: "Grazie al presidente Musumeci" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Agrigento

Il tratto di costa danneggiato dall'erosione

Quattro milioni dalla Regione per la spiaggia di Eraclea Minoa. Savarino: “Grazie al presidente Musumeci”

16 Maggio 2018

La giunta di governo regionale presieduta da Nello Musumeci ha dato il via libera al ripascimento della spiaggia di Eraclea Minoa, con un finanziamento di oltre quattro milioni di euro.

Un provvedimento che servirà a salvare il tratto di costa in provincia di Agrigento da tempo battuto dall’erosione, che ha progressivamente ridotto al minimo la spiaggia.

“Ringrazio il Presidente Musumeci per il tanto atteso intervento per bloccare l’erosione della costa ad Eraclea Minoa che, come abbiamo appurato occupandocene nella commissione che presiedo, tanti danni ha creato ad un luogo turistico di infinita bellezza naturale”.

Questo il commento di Giusi Savarino, presidente della commissione territorio e ambiente dell’Ars. “Il Presidente Musumeci ha raccolto il grido di allarme che da questo territorio era partito, ancora una volta dimostrando che la provincia di Agrigento non è più una terra abbandonata e i cittadini sanno ora che alla Regione c’è chi li ascolta”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.