Questa di Marinella è la storia vera... finalmente la fogna :ilSicilia.it
Palermo

Quasi diecimila i cittadini serviti dalla nuova rete

Questa di Marinella è la storia vera… finalmente la fogna

18 Febbraio 2019

“Questa di Marinella è la storia vera
che scivolò nel fiume a primavera…”

Potrebbe essere questo l’incipit più adatto, le celebri parole del brano di Fabrizio De André.

Finalmente un sogno che si avvera al quartiere “Marinella”: partono infatti i lavori per la realizzazione del sistema fognario dinamico a Palermo. Ci vorranno poco più di sette mesi per completare l’opera, gestita direttamente dal Commissario Straordinario Unico per la Depurazione, Enrico Rolle, in quanto necessaria a superare l’infrazione comunitaria con sentenza di condanna della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (C.565/10) sul trattamento delle acque reflue urbane.

Il progetto prevede la costruzione di 1.700 metri di collettori secondari lungo le strade del quartiere Marinella e lungo Via Scordia, cui si aggiungono circa 780 metri di un emissario di grande diametro lungo via Nicoletti e via Olimpo per portare i liquami all’esistente depuratore di Fondo Verde. Saranno dunque quasi diecimila i cittadini serviti dalla nuova rete: gli oltre 7400 residenti nel quartiere Marinella, nato dopo gli anni ’50 nella dismessa area industriale ex Montecatini di Tommaso Natale e oggi privo di una fognatura dinamica, più i 2300 abitanti della zona residenziale di Via Scordia, sorta negli anni ’80 su aree ex agricole.

Enrico Rolle
Enrico Rolle

“Questo – spiega il Commissario Rolleè il terzo cantiere in ordine di tempo a partire nella città di Palermo dei quattordici che abbiamo previsto per cancellare l’infrazione europea e su cui stiamo lavorando assieme al Sindaco e alle strutture comunali. Occorre sottolineare l’importanza di un intervento ambientale che, anche a fronte di un contenuto importo economico, può dare un contributo reale alla riqualificazione del noto quartiere Marinella e del bacino nord di Palermo”.

Per il Sindaco Leoluca Orlando, “dopo via Ripellino, via Ponticello Oneto e via Valenza, la struttura del Commissario avvia un nuovo, e certamente più importante, intervento per la depurazione. Un intervento rilevante per il numero di cittadini che ne saranno serviti. Prosegue, quindi, in modo efficace la collaborazione con la struttura Commissariale, che presto porterà a nuovi e importanti interventi come il Collettore sud-orientale e il potenziamento del depuratore di Acqua dei Corsari”.

Il depuratore di Acqua dei Corsari
Il depuratore di Acqua dei Corsari

I lavori sono stati consegnati formalmente stamani alla ditta affidataria, la I.CO.E.S., dal Direttore dei Lavori alla presenza del responsabile del Procedimento Ing. Giovanni Pizzo, Dirigente della Sogesid, Società “in house” del Ministero dell’Ambiente di supporto tecnico-specialistico all’attività commissariale. La procedura di gara per l’affidamento dei lavori, condotta dalla centrale di committenza “Invitalia”, è stata aggiudicata per un corrispettivo contrattuale di 917 mila euro (più IVA), mentre il finanziamento complessivo per l’opera è di 1,8 milioni di euro, ottenuto attraverso le delibere CIPE 2012 e 2015. L’attività di direzione dei lavori in fase di esecuzione verrà gestita dalla società SAI (Studio Applicazioni Idrauliche).

Delle altre 13 opere, tre sono già in fase di esecuzione (Fognatura delle vie Via Ripellino e Carmine – Fognatura di Via Ponticello Oneto e Fondo Badami – Fognatura nella Via Valenza), che insieme a questa avviata oggi, contribuiranno alla riqualificazione della Borgata di Marinella (Tommaso Natale) dotandola di una importante opera di urbanizzazione.

Sono, altresì, in fase prossima all’appalto le due opere più importanti inserite nell’A.P.Q. “Depurazione Acque Reflue” su richiesta dell’Amministrazione Comunale, successivamente transitate al Commissario Unico Nazionale ex D.P.C.M. 26/04/2017, entrambe strategiche ai fini del completamento del sistema fognario depurativo della Città:

  •  Completamento del Collettore Sud-Orientale (Progetto Esecutivo per 33 milioni di euro) portato in fase di approvazione presso la Commisione Regionale Lavori Pubblici dall’Amministrazione Comunale ed attualmente in fase di verifica e acquisizione degli ultimi pareri di legge a cura del Commissario Unico Nazionale;
  • Adeguamento e potenziamento del Depuratore di Acqua dei Corsari (Progetto Definitivo per appalto integrato di progettazione ed esecuzione per € 26.575.000,00) il cui Progetto Definitivo è stato approvato dall’Amministrazione Comunale con la Deliberazione di G.M. n.24 del 25/02/2015 e successivamente appaltato a cura del nuovo Soggetto Attuatore Commissario Unico Nazionale (gara d’appalto in fase di aggiudicazione).

 

LEGGI ANCHE:

Depurazione anno zero. Ecco la terza procedura d’infrazione: maxi multa per la Sicilia

Svolta sul trattamento del percolato: ok al progetto da 5 milioni ad Acqua dei Corsari

Palermo, “rotto l’incantesimo”: dopo 6 anni si sblocca un appalto fognario | VIDEO

Disastro ambientale nel Palermitano, reflui a mare: l’acqua diventa nera e i pesci muoiono in diretta | VIDEO

 

LEGGI ANCHE L’APPROFONDIMENTO DEL 2017:

Lo scandalo dei depuratori, €100 mln nelle fogne. Ecco i progetti bloccati a Palermo

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.