19 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.22

Numeri che potrebbero mettere a dura prova l'attività dell'Inps

Quota 100 e reddito di cittadinanza, in Sicilia ne hanno diritto 270mila

1 Febbraio 2019

Sarebbero in tutto 270 mila i siciliani interessati alle misure varate dal governo gialloverde: 30mila i lavoratori in possesso dei requisiti per andare in pensione con l’ormai famosa quota 100 e 240 mila i disoccupati ai quali spetterebbe l’altrettanto sbandierato reddito di cittadinanza. Sono dati emersi nel corso di un incontro tra i segretari regionali dei sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil e Ugl, Maurizio Calà, Alfio Giulio, Nino Toscano, Maurizio Stellino e i vertici regionali dell’Inps, il presidente del Comitato regionale Mimmo Binaggia e il direttore generale regionale Sergio Saltalamacchia.

Numeri definiti “importanti”, in una nota congiunta sindacati-Inps, che potrebbero “mettere a dura prova l’attività dell’istituto di previdenza già provato da mancanza strutturale di personale in pianta organica”. Anche perché si prevede un’ulteriore diminuzione di personale, circa 400 unità sul totale di 2.000, dovuto proprio ai pensionamenti con quota 100. Da qui la richiesta congiunta di “potenziare le piante organiche dell’Inps per evitare che i cittadini subiscano ulteriori disagi dalla crescita importante del lavoro dovuto alle nuove misure del Governo”.

Al centro dell’incontro c’è stato anche il tema dei controlli, anch’essi da potenziare secondo l’opinione condivisa, per evitare “possibili azioni fraudolente, soprattutto sulle domande relative al reddito di cittadinanza”. Nel 2018 l’Inps in Sicilia ha bloccato 10.000 prestazioni non dovute e recuperato circa 50 milioni di euro. “Molte di queste sono Naspi illegittime – dice la nota – e attivate attraverso false dichiarazioni di lavoratori e datori di lavoro. Un fenomeno di massa piuttosto delicato e preoccupante che potrebbe ripetersi- questa la preoccupazione di sindacati e Inps- ed allargarsi ad altre prestazioni”.

La direzione ha fatto sapere che si sta attrezzando per evitare che l’ impatto delle nuove misure si scarichi sull’attività attuale e pregressa attraverso la possibilità di lavorare alcune pratiche telematiche in altre sedi dell’Inps e con la richiesta di nuovi ingressi sul personale. L’altro argomento trattato sono state le procedure per le visite congiunte, Inps- Asp, sulle invalidità civili. L’Inps regionale rende noto di essersi attivato presso l’assessorato regionale alla Salute “per concordare una procedura congiunta sulle visite di invalidità civile per evitare, alle persone affette da importanti disabilità, ulteriori attese e disagi, e per effettuare un controllo più stringente”.

I sindacati si sono dichiarati disponibili a collaborare con l’istituto su tutti gli argomenti che sono stati al centro dell’incontro.

Tag:
Libri e Cinematografo
di Andrea Giostra

Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice, si racconta in un’intervista

Intervista ad Antonella Biscardi, scrittrice e produttrice "Nel mio libro c’è un invito a rallentare, un po' come andare in bicicletta, con il vento fra i capelli e camminare lenti verso la vita, guardandola, accogliendola, non divorandola … nasce dal desiderio di comunicare positività, dolcezza e amore. I miei hashtag sono: #felicità #amore #tradizioni #ricordi #vita #pezzidinoi".
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.