Raccolta differenziata: un numero telefonico per segnalare incivili e trasgressori a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

stretta contro gli incivili

Raccolta differenziata: un numero telefonico per segnalare incivili e trasgressori a Palermo

di
27 Luglio 2018

PALERMO – Come annunciato dal Comandante della Polizia Municipale di Palermo, Gabriele Marchese, da lunedì 30 luglio entrerà in funzione  il numero telefonico 3357311773  riservato dalla Polizia Municipale ai cittadini che volessero segnalare abusi e violazioni da parte dei residenti delle zone dello Step 1 (quartiere Strasburgo) e Step 2 (Politeama- Massimo) in cui vige  il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti.

Un filo diretto per segnalare il vicino di casa scorretto che getta i rifiuti fuori orario o che non rispetta il calendario della raccolta differenziata.

“Con la collaborazione dei cittadini dobbiamo individuare e sanzionare  coloro che non ne vogliono sapere di differenziare i rifiuti e in  barba  a disposizioni, regole e ordinanze  conferiscono i rifiuti fuori orario o li abbandonano indiscriminatamente sui marciapiedi” ribadisce  il Comandante. Il numero sarà  disponibile tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 10:00 e dalle ore 20:00 alle ore 22:00 un operatore raccoglierà le segnalazioni che saranno girate alle pattuglie operanti sul territorio per sanzionare i trasgressori.

Il segnalante dovrà  fornire le proprie generalità e, ove possibile, farsi trovare nelle adiacenze del luogo.

differenziata
© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.