Raddoppio Rfi a Taormina: i mezzi pesanti non passeranno da Trappitello :ilSicilia.it
Messina

SS185 rimarrà libera

Raddoppio Rfi a Taormina: i mezzi pesanti non passeranno da Trappitello

di
24 Maggio 2022

Arriva la svolta sulle previste opere di cantiere per il raddoppio ferroviario a Taormina e soprattutto per quanto riguarda la polemica del temuto transito da Trappitello dei mezzi pesanti.

A Taormina, nell’ambito del progetto previsto da Rfi nel territorio della Perla dello Ionio, verranno realizzate due nuove stazioni ferroviarie, di cui una ai piedi del centro storico (stazione Taormina-Madonnina) e l’altra a Trappitello (Giardini-Alcantara) e proprio quest’ultima ha alimentato sinora non poche preoccupazioni per il timore del passaggio dalle strade di Trappitello di circa 200 camion al giorno, da qui ai prossimi anni. Si sarebbe, in sostanza, determina una insostenibile pressione veicolare lungo la SS185 che già ogni giorno è il punto di transito de flussi che si muovono fra Trappitello, Giardini, e il vicino hinterland dell’Alcantara.

Adesso si è registrato il momento risolutivo, dopo la discussione che andava avanti ormai a tempo tra le parti. Comune di Taormina, Ferrovie dello Stato, Italferr e l’impresa incaricata sono arrivate ad un punto di convergenza che va a scongiurare il rischio del transito a Trappitello dei mezzi pesanti. Si terrà in tal modo libera la Via Francavilla (Ss185). La questione aveva suscitato proteste e la preoccupazione dei cittadini del luogo e per questo si è anche creato un comitato di cittadini. Il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, su questa vicenda si era rivolto al viceministro Giancarlo Cancelleri e la mediazione di quest’ultimo ha contribuito alla soluzione finale che ha il gradimento del Comune di Taormina e viene incontro alle richieste dei cittadini del luogo. Cancelleri si era recato sul posto, nei giorni scorsi, insieme al primo cittadino di Taormina, Bolognari, ed alla presenza dell’ing. Salvatore Leocata, dirigente di RFI, e della ditta incaricata

Il percorso per il passaggio dei mezzi è stato individuato nella tratta Alcantara-Randazzo e si collegherà poi direttamente con l’autostrada A18 con apposito innesto.

“In ogni caso i mezzi pesanti non transiteranno dal territorio di Trappitello come avevamo richiesto – spiega il sindaco Mario Bolognari – e siamo certamente soddisfatti di questo risultato raggiunto che risolve una problematica che aveva destato una comprensibile preoccupazione da parte nostra e nella cittadinanza di Trappitello. Vogliamo ringraziare il viceministro Cancelleri per la sua interlocuzione e per la disponibilità mostrata verso la nostra istanza, e allo stesso modo le Ferrovie dello Stato che si sono adoperate per una soluzione risolutiva”.

Si procederà adesso alla relativa progettazione esecutiva. E’ stata, in tal senso, verificata la non fattibilità dell’ipotesi iniziale che era quella di una pista di cantiere da Santa Venera sino all’area alle spalle delle case popolari.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.