Ragazzo morto in incidente, Spallitta annulla la festa elettorale | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Era ben voluto da tanti in città

Ragazzo morto in incidente, Spallitta annulla la festa elettorale

di
9 Giugno 2017
Il ricordo di un amico su Facebook
Il ricordo di un amico su Facebook

Si terranno domani alle 12 nella chiesa di San Francesco di Paola i funerali di Dario Farrauto il ragazzo di trentanni morto stanotte in un incidente. Il ragazzo proprietario del locale Mod Cafè era conosciuto in città e aveva tanti amici anche diversi politici candidati in questa tornata elettorale alle amministrative di Palermo.

Una chiusura di campagna elettorale triste e dolorosa per quanti lo conoscevano e lo apprezzavano da Giovanni Tarantino coraggioso con Ferrandelli, alla candidata sindaco Nadia Spallitta, che ha annullato anche la sua festa di chiusura di campagna elettorale ai Candelai in memoria del ragazzo. Dario era anche conosciuto da tutto lo staff della Spallitta e dai suoi figli che non se la sono sentita di festeggiare.

L’altro ragazzo che ieri sera era con lui in vespa durante lo schianto contro una volante della polizia all’incrocio tra via Dante e via Sammartino per fortuna sta bene e non riporterà danni permanenti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin