4 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.52

In passato ha duettato con Lucio Dalla e Claudio Baglioni

“Ragione e sentimento”: il 15 aprile il singolo di Mancuso, voce rivelazione siciliana

13 Aprile 2019
'
'
'

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Si intitola “Ragione e Sentimento” il singolo del cantautore siciliano Mancuso, voce rivelazione della scena musicale indipendente italiana, che anticipa il suo primo disco da solista “L’amore che conosco”, prodotto da Canora Productions.

Vincitore del premio Musicultura (2004) con la band etno de iBeatPaoli e Migliore artista rivelazione al M.E.I., Mancuso torna con un disco autobiografico, in cui protagonista è la musica d’autore.

Mai devoto alle tendenze, ma attento ai cambiamenti, Mancuso traduce in sonorità dal richiamo internazionale, le emozioni contrastanti che emergono dopo la fine di un grande amore.

COPERTINA RAGIONE E SENTIMENTOLa complessità dell’animo umano, spinto da un incessante bisogno di ricerca interiore, prende così forma nel testo intimo e onirico di “Ragione e Sentimento”, che uscirà il 15 aprile insieme ad un suggestivo video girato tra gli incantevoli paesaggi del Parco Nazionale d’Abruzzo, per la regia di Lino Costa.

“Quando mi chiedono come definire la mia musica – afferma Mancuso – uso il termine “cantautorato indipendente“, in cui convergono le influenze più disparate. Mi piace attingere dal mio background musicale variopinto, e creare nuovi scenari che siano sempre la più libera espressione della mia anima”. 

Autore, compositore, produttore, direttore artistico, fin dagli esordi Mancuso ha sperimentato la musica in tutte le sue declinazioni. Nel 2005 duetta con Lucio Dalla in occasione del Premio Archimede e un anno più tardi è sul palco con Claudio Baglioni per interpretare “Io dal mare”.

“L’amore che conosco”, in uscita il prossimo maggio, arriva dopo l’incontro con il mecenate Benito Capobianco, che racconta: “Quella di Mancuso è una musica intensa, capace di far vibrare le corde dell’anima, toccando nel profondo. Fin dalla prima volta che lo ascoltai rimasi stupito dalla potenza evocativa dei suoi versi e decisi di produrre il suo nuovo disco” . 

Nel 2008 il cantautore palermitano riceve anche l’Oscar del Mediterraneo per il suo grande impegno in ambito artistico e firma un contratto di esclusiva con la Warner Music, scrivendo canzoni per grandi artisti del panorama musicale italiano.

“Dal teatro alla televisione, la musica ha sempre fatto parte della mia vita – spiega l’artista -.  Avevo solo 16 anni quando ho iniziato ad esibirmi come chitarrista e cantante, prima in Sicilia per poi approdare presto anche fuori dall’Isola, e da allora non ho mai lasciato il palco. Oggi mi emoziona l’idea di condividere con il grande pubblico storie che fanno parte del mio vissuto”.

CREDITS:

Produzione: Benito Capobianco per Canora Productions
Produzione Artistica: Maurizio Rosa e Roberto Rosu
Arrangiamenti, programmazione e chitarre: Maurizio Rosa
Batteria, percussioni: Giovanni Colasanti
Basso: Mario Guarini
Flicorno: Gianfranco Campagnoli
Violini e programmazione archi: Mario Gentili
Cori: Fabiana Conetta, Gabriele Di Domenico, Francesca Pansironi
Registrazioni: Roberto Rosu e Gabriele Di Domenico T2 Studio
Mix: Roberto Rosu e Gabriele Di Domenico  BobulateStudio

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

“Meglio soli…” La Lega primo partito non ha nessuno nei posti di comando

In Sicilia, terra di paradossi, anche la politica non si sottrae a questa "legge di natura". Fra i tanti, quel che colpisce è che la Lega, primo partito italiano, che le europee hanno consacrato - con oltre il 20 per cento dei voti - come seconda forza politica nell'Isola dopo il M5S, non ha alcuna rappresentanza né all'Assemblea regionale siciliana e nemmeno nel governo regionale.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.