Ragusa celebra San Giovanni Battista [Il programma] :ilSicilia.it
Ragusa

Il clou dei festeggiamenti dal 27 al 29 agosto

Ragusa celebra San Giovanni Battista [Il programma]

di
27 Agosto 2018

La vostra Patti Holmes, alla velocità della luce,  vi catapulta a Ragusa dentro i festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista che, dopo 18 anni, vede il suo simulacro tornare ed essere accolto dalla comunità di San Giorgio.

Ad annunciarlo il parroco don Giuseppe Burrafato che ha parlato di un “momento storico” per le due comunità, quella di San Giovanni Battista e la parrocchia di San Giorgio, che suggella una comunione ecclesiale scandita da tanti significativi momenti, molti dei quali rivolti a chi vive in condizioni di disagio. Anche quest’anno, infatti, parte delle offerte saranno devolute alla San Vincenzo e al Centro ascolto della Caritas parrocchiale di San Giovanni che assiste 61 famiglie e 152 persone; la Diocesi, inoltre, proseguirà il suo impegno nell’accoglienza di profughi attraverso il canale dei corridoi umanitari.

San Giovanni Battista Ragusa

L’importanza di questa festa religiosa e il ruolo fondamentale che riveste per l’intera città di Ragusa sono state sottolineate anche dal sindaco Giuseppe Cassì: “Siamo in presenza – ha evidenziato – di un’occasione unica di aggregazione che rappresenta anche un segnale importante per il nostro centro storico che vogliamo rivitalizzare“. Ai tanti appuntamenti religiosi si aggiunge un ricco programma di eventi culturali illustrati da Fabrizio Occhipinti e Simone Digrandi, rispettivamente responsabile degli eventi culturali e degli spettacoli del comitato organizzatore.

Il programma che si è aperto il 19 agosto con la discesa del simulacro, realizzato nel 1861 dallo scultore Carmelo Licitra in tronco di cipressi, dalla cappella e con la sua esposizione nel transetto, raggiunge il suo culmine tra lunedì 27 quando, a tappe, verrà accolto in una delle parrocchie cittadine, tra canti, liturgie e veglie di preghiere, per fare ritorno, in serata, in Cattedrale e mercoledì 29, giorno del suo martirio e momento clou della festa, in cui i ragusani e i turisti, sempre più numerosi, si stringeranno attorno al Santo Patrono con una processione che vedrà tanti fedeli a piedi scalzi o con un indumento rosso, per un voto fatto o una grazia ricevuta. Il Corteo si snoderà per le vie del centro storico insieme all’Arca Santa, opera d’arte cesellata dal 1731 dai maestri argentieri messinesi, Pietro Paparcuri e Gaspare Messina, con la base lavorata a sbalzo con motivi fogliacei e scene della natività e del martirio del Battista.

PROGRAMMA

Lunedì 27 agosto

Intorno alle 17.30

Il simulacro di San Giovanni Battista, Santo Patrono della Città e della Diocesi di Ragusa, preceduto dal’’Arca Santa e accompagnato dal corpo bandistico San Giorgio-Città di Ragusa, sarà portato in processione a Ragusa Ibla. Questo è uno dei momenti più attesi ed emozionanti che, come abbiamo già accennato, si ripete dopo 18 anni: fu nel 2000, in occasione del Giubileo, che, per l’ultima volta, il simulacro raggiunse Ibla. La processione si muoverà dalla Cattedrale, secondo un itinerario che toccherà corso Italia, via Matteotti, via Ecce Homo, via Roma, via Sant’Anna, via Rapisardi, corso Vittorio Veneto, via San Vito, corso Italia, via 24 Maggio, corso Mazzini, Chiesa di Santa Maria delle Scale (dove si fermerà l’Arca Santa), piazza della Repubblica, (qui il parroco don Pietro Floridia e i portatori di San Giorgio con la maglietta bianca e il foulard rosso accoglieranno la processione), via del Mercato, largo Camerina, via Orfanotrofio, piazza Pola, corso 25 Aprile, piazza Duomo, (dove sulla scalinata di San Giorgio si terrà uno spettacolo pirotecnico).

Alle 19,30

Santa Messa, celebrata dal Parroco di San Giorgio, don Pietro Floridia, e animata dalla Schola Cantorum diretta dal maestro Salvatore Tribastone, accompagnata all’organo dal maestro Salvatore Guarrella. Il Duomo di San Giorgio rimarrà aperto tutta la notte per l’adorazione eucaristica

Alle 21,30 -Piazza San Giovanni

La XVI rassegna teatrale “Monsignor Pennisi” di cui è direttore artistico Maurizio Nicastro, a cura dell’Ass. culturale San Giovanni Battista, con la compagnia “Né arte né parte” di Ragusa che presenta la commedia “Finché morte non ci separi”

Martedì 28 agosto

Alle 9 – Cattedrale
Santa Messa

Alle 10 – Chiesa S. Maria delle Scale
Santa Messa presieduta da don Giovanni Cavalieri

Alle 11 -Duomo di San Giorgio
Santa Messa presieduta da don Giuseppe Burrafato

Alle 17 – Duomo di San Giorgio
Santa Messa presieduta don Pietro Floridia e animata dal gruppo giovani e giovanissimi di Azione Cattolica

Alle 18
Processione del Simulacro di San Giovanni Battista e l’Arca Santa accompagnati dal corpo bandistico “San Giorgio”, città di Ragusa

Alle 18 – Chiesa di S. Maria delle Scale
Santa Messa presieduta da don Giuseppe Cabibbo

Alle 19 – Cattedrale
Santa Messa
All’arrivo della Processione in Piazza San Giovanni, spettacolo pirotecnico sul ponte di San Vito, visibile dal sagrato della Cattedrale

Alle 20,30
Rientro in Cattedrale del simulacro e dell’Arca Santa
Celebrazione dei Vespri della Solennità del Martirio di San Giovanni Battista presieduti da don Roberto Asta, Vicario Generale della Diocesi di Ragusa

Alle 21,30 – Piazza S. Giovanni
Spettacolo di Cabaret con Dado da Zelig e il concerto della cover band di Nek ‘”Room 26’”

Mercoledì 29 agosto
Solennità del “Martirio” di San Giovanni Battista

Alle 7, 8, 9, 10, 11, 12,15, 17,30 e 22,30
SS. Messe

Alle 8, 12, 18,30
Sparo di colpi di cannone e suono festoso di campane

Alle 11
Solenne concelebrazione presieduta da S. E. R. Mons. Cuttitta, vescovo dell Diocesi di Ragusa con la partecipazione delle Autorità Civili e Militari, del Capitolo della Cattedrale, del Clero, dei Religiosi, delle Religiose e dei fedeli. I Canti saranno eseguiti dalla Corale della Cattedrale

Alle 17,30
Santa Messa animata dalla corale giovanile della Cattedrale
Arrivo in Piazza Libertà del Corpo Bandistico San Giorgio Città di Ragusa e del Corpo Bandistico “A. Scarlatti” di Charamonte Gulfi

Alle 19,30
Inizio della Solenne Processione con l’Arca Santa e il Simulacro di San Giovanni Battista
Uscita del venerato Simulacro e all’arrivo in Piazza S. Giovanni, tradizionale saluto ai fedeli e alla città da parte di S. E. R. Mons. Cuttitta. Al rientro in cattedrale concelebrazione della Santa Messa

Alle 22,30 – Piazza San Giovanni
Concerto dell’Orchestra di Fiati San Giorgio “Città di Ragusa” diretta del M° G.A Palermo

Alle 24 – Ponte San Vito
Spettacolo di fuochi pirotecnici

Lunedì 10 settembre

Alle 20
Sistemazione del simulacro di San Giovanni Battista nella sua Cappella.

 

Viva San Giovanni Battista e Viva Ragusa

[La foto in copertina è di Siciland]

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin