Ragusa, spaccia cocaina con bimba di 5 anni come "copertura": arrestato albanese :ilSicilia.it
Ragusa

era in possesso di 12 grammi di cocaina

Ragusa, spaccia cocaina con bimba di 5 anni come “copertura”: arrestato albanese

20 Febbraio 2018

Per non dare nell’occhio e spacciare indisturbato cocaina, un albanese di 23 anni si era portato in auto la figlia di cinque anni di un parente, quest’ultimo ignaro di tutto, dal quale si era anche fatto dare in prestito l’utilitaria. E’ successo a Ragusa.

L’uomo è stato bloccato ieri sera dai Carabinieri al termine di un inseguimento durante il quale si è disfatto di 12 grammi di cocaina, tentando anche di speronare e tamponare l’auto dei militari. La bambina, impaurita ed in preda ad una crisi di pianto, si è lanciata tra le braccia di un militare chiedendo aiuto e di poter tornare a casa. La piccola, una volta rassicurata, è stata trasportata in caserma e riconsegnata al padre.

L’albanese è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa. Le indagini proseguono per individuare la provenienza della droga e se il giovane faccia parte di
una rete di spaccio più vasta.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona