12 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.46
Agrigento

Hanno fra i 15 e i 19 anni

Raid vandalici alla Terme di Sciacca, denunciati 13 ragazzi | VIDEO

24 Maggio 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Tredici giovani, tutti di età compresa tra i 15 ed i 19 anni, sarebbero i responsabili di una serie di raid vandalici e danneggiamenti avvenuti negli ultimi mesi nei locali delle Terme di Sciacca.

Nei loro confronti è scattata una denuncia dei carabinieri all’autorità Giudiziarie con l’accusa di danneggiamento aggravato in concorso.

Le indagini condotte dai militari dell’Arma dei Carabinieri mediante numerosi appostamenti ma, soprattutto, attraverso l’analisi delle telecamere di video-sorveglianza della struttura termale, hanno permesso di risalire all’identità degli autori di almeno una decina di atti vandalici.

Ciò che ha più impressionato gli investigatori è che a compiere i raid sarebbe stato un nutrito gruppo di ragazzi giovanissimi, tutti incensurati, di varia estrazione sociale.

“Quasi come in un video-game, per puro divertimento o forse per noia, anche con l’utilizzo di mazze o martelli”, spiegano i carabinieri, i ragazzini avrebbero seriamente danneggiato porte, vetri, infissi, mobili e apparecchiature mediche dei locali, provocando ingenti danni.

 

LEGGI ANCHE:

Terme di Sciacca: 3,8 Milioni dalla Regione per salvarle. L’obiettivo è la riapertura

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.