Ramadan: gli auguri di Orlando alla comunità islamica :ilSicilia.it

Ramadan: gli auguri di Orlando alla comunità islamica

di
26 Aprile 2020

“È con gioia e speranza che auguro alla comunità islamica della città Ramadan mubarak! Sebbene questo mese sacro sia iniziato in modo diverso dagli anni passati, non dobbiamo scoraggiarci né perdere le speranze, ma manteniamo forte lo spirito di comunità, di fratellanza e solidarietà che questo periodo ci chiede ancora più forti. Tutta Palermo abbraccia come ogni anno i concittadini di fede islamica, che sono, come anche questi giorni difficili hanno dimostrato, parte viva e vitale di una comunità unica.”

Lo ha dichiarato ieri il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, in occasione dell’inizio del Ramadan, il mese sacro per i fedeli islamici.

Il mese del digiuno è molto più dell’astinenza dal cibo e dall’acqua, per quanto questo sia già un sacrificio sufficiente dallo spuntare del sole al tramonto. È un mese dedicato alla preghiera, alla purificazione, allo spirito di sacrificio, ad un rapporto “dedicato” fra Dio e l’uomo e alla generosa condivisione sia attraverso gli atti di beneficenza sia attraverso el Zakaat.

“Preghiamo Dio che in questo sacro mese nessuno venga lasciato solo e nessuno debba subire la fame oltre a quella dovuta per il digiuno. La Consulta delle culture anche per questo ha iniziato una raccolta di viveri e alimenti di prima necessità da consegnare alle Comunità della città durante le prossime settimane e ci auguriamo che ci sia la massima collaborazione di tutta la comunità cittadina, che si è sempre dimostrata generosa. Ramadan Mubarak e che nessuno sia lasciato solo!”, ha aggiunto il Presidente della Consulta delle culture Ibrahima Kobena.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.