Rapito da finti agenti, strangolato e sciolto nell'acido, quattro arresti all'alba [Video] | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

scoperti i killer di un delitto di mafia

Rapito da finti agenti, strangolato e sciolto nell’acido, quattro arresti all’alba [Video]

di
30 Maggio 2017

Rapito mentre era in auto con la figlia di sei anni, portato in un casolare di campagna, torturato, strangolato e sciolto nell’acido.

Morì in questo modo atroce Giampiero Tocco, ucciso con il metodo della lupara bianca nell’ottobre del 2000.

Adesso gli esecutori materiali di quel delitto hanno un nome.  I carabinieri del nucleo investigativo di Palermo, su richiesta della Dda, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Freddy Gallina, Giovan Battista Pipitone, Vincenzo Pipitone e Salvatore Gregoli,

I mandanti furono i capimafia Salvatore e Sandro Lo Piccolo, già condannati all’ergastolo. I killer si presentarono vestiti da finti agenti di polizia.

L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dai pm Roberto Tartaglia, Amelia Luise e Annamaria Picozzi.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.