Raquel Sanchez Silva denuncia la famiglia di Mario Biondo. La madre: "Non ci fermerai" :ilSicilia.it

la vedova procede anche contro Le Iene

Raquel Sanchez Silva denuncia la famiglia di Mario Biondo. La madre: “Non ci fermerai”

di
13 Novembre 2020

Raquel Sanchez Silva, la vedova di Mario Biondo, ha denunciato la famiglia del cameraman palermitano trovato morto il 30 maggio 2013 in Spagna, nell’appartamento dove viveva insieme alla presentatrice e showgirl spagnola.

“La “vedova” – spiega la madre di Mario Biondo – ha denunciato me, mio marito, mia figlia e il gruppo Mediaset per la trasmissione delle Iene del 5 ottobre scorso, i suoi avvocati hanno detto alla polizia spagnola che quello che è andato in onda non sarebbe la verità. Stranamente la “vedova” è sempre pronta a denunciare la nostra famiglia ma si è alienata da noi nel denunciare Maria José Abenza Rojo (medico legale spagnolo) che – continua la signora Santina – ha dichiarato il falso in atto pubblico e Paolo Procaccianti per manipolazioni di reperti”. Poi il messaggio della madre di Mario Biondo proprio a Raquel Sanchez Silva: “Raquel le tue denunce non ci fermeranno, noi abbiamo sempre detto la verità con le prove”.

Mario Biondo fu trovato morto il 30 maggio 2013, le autorità spagnole hanno considerato il caso come un suicidio ma la famiglia non si è mai arresa e sta continuando la battaglia, nell’incrollabile convinzione che il ragazzo sia stato ucciso e che dopo l’omicidio sia stato inscenato un depistaggio. Al momento,

Raquel Sánchez Silva ha deciso di sporgere denuncia attraverso i suoi avvocati per quella che a suo dire sarebbe “un’autentica campagna di molestie attraverso i social e con l’aiuto del Gruppo Mediaset”. La denuncia è stata presentata presso gli uffici dell’Unità centrale per la criminalità informatica, a Madrid. La donna, attraverso il tramite dei suo legale, ritiene siano state poste in essere “infondate accuse” nei suoi confronti circa comportamenti che sarebbe stati atti “a nascondere informazioni rilevanti su questa vicenda, se non di essere il diretto responsabile”. Da qui la presentazione della denuncia che richiama pubblicazioni social della famiglia Biondo inerente il periodo che va dagli anni dal 2014 al 2020, – secondo la donna – “tutte offensive e tutte finalizzate a molestare e fare pressioni su di lei”.

Intanto si attende la decisione della magistratura palermitana sul ricorso dalla famiglia di Biondo con istanza di opposizione all’archiviazione delle indagini sulla morte del cameraman. Il giudice sta valutando alcuni ulteriori elementi di prova forniti dal nuovo collegio di periti in aggiunta a quelli già nominati. Nel procedimento penale in Corte d’Appello i familiari di Biondo, per dimostrare che si è trattato di un fatto omicidiario, si sono affidati ad un collegio di super-periti guidato dal più noto e stimato esperto in Italia nell’analisi scientifica del crimine, il Generale dei Carabinieri, Luciano Garofano.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.