Recovery, progetti agricoltura bocciati. Cartabellotta: "Previsioni Pnrr disattese" | CLICCA E LEGGI L'ELENCO :ilSicilia.it

la dichiarazione del dirigente generale

Recovery, progetti agricoltura bocciati. Cartabellotta: “Previsioni Pnrr disattese” | CLICCA E LEGGI L’ELENCO

di
4 Ottobre 2021

E’ stato approvato il primo elenco di progetti strategici nel settore delle infrastrutture irrigue ammissibili a finanziamento con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Risultano ammissibili a finanziamento 149 progetti, di livello esecutivo, presentati da Consorzi di Bonifica ed Enti irrigui, per un importo complessivo di investimenti pari a 1,6 miliardi di euro.

Ma Roma dimentica la Sicilia, e ne abbiamo parlato con il dottore Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Agricoltura della Regione. Cartabellotta ha spiegato che il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha decretato il primo bando del PNRR, prevedendo stanziamenti finanziari importanti per il comparto dell’irrigazione. Infatti, i Consorzi di Bonifica della Sicilia hanno presentato progetti tutti definitivi, come da elenco caricato nella piattaforma DANIA , ma il Mipaaf li esclude tutti, ritenendo che non ci siano le condizioni di finanziabilità con le risorse afferenti al Pnrr, nonostante siano esecutivi, come previsto dai criteri di selezione.

In Sicilia tutti esclusi nonostante il Pnrr preveda che buona parte della risorse finiscano al Sud e che la Sicilia sia la zona più siccitosa d’Italia, progetti che rispettano i criteri di selezione previsti dal bando”, ha detto Dario Cartabellotta.  “L’irrigazione – ribadisce il dirigente generale –  è più necessaria dove piove di meno, e la Sicilia è una terra dove la siccità fa da padrona. Quindi escludere la Sicilia significa violare le previsioni del Piano. Il governo Musumeci farà opposizione a un meccanismo del genere”.

Si tratta di un piano di investimenti di grande portata, con cui si affronta in maniera strutturale il problema delle diverse emergenze in agricoltura connesse ai cambiamenti climatici e per la Sicilia si tratterebbe di un contributo fondamentale al rilancio dell’economia dell’Isola, in un’ottica di miglioramento della sostenibilità dei processi produttivi. L’innovazione delle infrastrutture irrigue è infatti la chiave di volta per coniugare tutela ambientale e competitività del settore agroalimentare su di un mercato sempre più globalizzato.

CLICCA QUI PER VEDERE I DOCUMENTI:

PIOGGE IN ITALIA

MIPAAF_2021_0490962_DM approvazione elenchi progetti fondi PNRR

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.