Recovery, Uil e Cisl: "Palermo ha ruolo primario nel rilancio di Mezzogiorno" :ilSicilia.it
Palermo

la comunicazione

Recovery, Uil e Cisl: “Palermo ha ruolo primario nel rilancio di Mezzogiorno”

di
28 Ottobre 2021

Riportiamo la nota delle segreterie Uil e Cisl, per la Città Metropolitana di Palermo: Gaetano Balistreri segretario aziendale della Uil Fpl, Giuseppe Piampiano coordinatore politiche contrattuali Uil Fpl, e Salvatore Graziano Segretario Provinciale della Cisl Fpl.
“La Città metropolitana di Palermo è chiamata dall’attuale Legge (Nazionale e Regionale) a svolgere un ruolo primario per il rilancio del Mezzogiorno”.

Traendo spunto che nei prossimi sette anni la Regione Siciliana avrà a disposizione 30 miliardi del Recovery Plan e Fondi UE da spendersi entro il 2027, si denuncia che il recente varo del Programma di Fabbisogno di assunzioni personale nel triennio 2021/2023 per l’Ente Città Metropolitana di Palermo è assolutamente iniquo per affrontare investimenti per oltre 200 milioni di euro a cui l’Ente è chiamato a sovrintendere nel periodo predetto entro 2027″.

“Ci si stupisce che a fronte di una cascata così ingente di risorse assegnate il sindaco metropolitano di Palermo, preveda un piano assunzioni che assegna all’Ente riferito circa 55 nuove assunzioni per i prossimi tre anni, lasciando senza risposte il futuro del territorio di questa enorme parte di Regione che, per esempio, sul tema viabilità secondaria (km 2.200 di strade), non prevede nessun operatore nuovo destinato a tale servizio”.

“Una sorta di ‘omicidio preterintenzionale dei servizi pubblici di natura metropolitana’ stante che l’attuale Legge Regionale n. 15 del 4 agosto 2015 assegni all’art. 28 comma 1  lettera g) che tra le funzioni proprie delle città metropolitane in Sicilia vi è la partecipazione diretta alla programmazione, assegnazione e gestione di interventi finanziati con fondi europei destinati alla città metropolitana”.

Per quanto sopra si chiede un immediato intervento legislativo ( tra cui i compiti destinati dalla predetta Legge sull’Osservatorio Regionale ) che dia respiro e risposte agli attuali lavoratori dipendenti degli enti di area vasta siciliani, resi oggi allo stremo delle forze, per via di un abbandono totale in tema di reclutamento, e che consenta la ripartenza di tali enti, oggi  chiamati più che mai a gestire i servizi prioritari sul territorio metropolitano”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.