"Red Land-Rosso Istria", il film sulle foibe proiettato in Sicilia | Video :ilSicilia.it
Agrigento

Promosso dall'assessorato Regionale allo spettacolo

“Red Land-Rosso Istria”, il film sulle foibe proiettato in Sicilia | Video

di
18 Febbraio 2020

Guarda il video in alto

Nell’ambito delle celebrazione del Giorno del ricordo, commemorato lo scorso 10 febbraio, l’assessorato Regionale allo spettacolo, ha organizzato la proiezione in Sicilia del film Red Land-Rosso Istria.

Il film, realizzato nel 2018, racconta per la prima volta il genocidio delle foibe, dopo 75 anni dalla vicenda, attraverso la figura di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, laureanda all’Università di Padova, che fu barbaramente violentata, uccisa ed infoibata dalle forze partigiane titine. La sua colpa era quella di essere italiana.

L’iniziativa verrà presentata a Palermo dall’assessore regionale Manlio Messina, insieme al regista Maximiliano Hernando Bruno, il produttore Alessandro Centenaro e gli esuli Istriani fiumani e dalmati, residenti nell’Isola, rappresentati dall’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Palermo.

La proiezione sarà a ingresso libero e gratuito sino a esaurimento posti a:

Palermo il 21 febbraio, ore 20, 30 al cinema Al Politeama multisala;

Catania: 24 febbraio, ore 20, 30 al cinema Odeon;

Agrigento: 27 febbraio, ore 20, 30  al cinema Astor.

SINOSSI

Siamo nel settembre del 1943, nei giorni in cui nei territori italiani martoriati dalla guerra scoppia il caos: il maresciallo Badoglio, capo del governo italiano, chiede ed ottiene l’armistizio da parte degli anglo–americani e unitamente al Re fugge da Roma, lasciando l’Italia allo sbando. L’esercito non sa più chi è il nemico e chi l’alleato. Il dramma si trasforma in tragedia per i soldati abbandonati a se stessi nei teatri di guerra ma anche e soprattutto per le popolazioni civili Istriane, Fiumane, Giuliane e Dalmate, che si trovano ad affrontare un nuovo nemico: i partigiani di Tito che avanzano in quelle terre, spinti da una furia anti-italiana.

Norma Cossetto
Norma Cossetto

In questo drammatico contesto storico, avrà risalto la figura di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, laureanda all’Università di Padova, barbaramente violentata e uccisa dai partigiani titini, per la sola colpa di essere Italiana. A Norma Cossetto venne conferita la medaglia d’oro al valor civile dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Una targa in suo ricordo è presente all’interno del Palazzo Bò dell’Università di Padova.

Ho scritto ai sindaci delle tre città coinvolte –sostiene Manlio Messina – affinché partecipino all’iniziativa che stiamo promuovendo come governo regionale per ricordare i martiri delle foibe, ma coinvolgano anche le scuole e le altre istituzioni sociali, educative e culturali del territorio”.

La tragedia delle Foibe – conclude l’assessore – per anni è stata tenuta nascosta, negata, dimenticata nella totale indifferenza dei più. Decine e decine di italiani gettati nelle cavità carsiche e inghiottiti negli abissi rocciosi profondi oltre cento metri. Una tragedia che l’umanità non deve né dovrà mai dimenticare per questa ragione anche in Sicilia stiamo portando avanti queste iniziative che servono a non dimenticare“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.