Redatto il piano regolatore. Orlando: "Palermo una città bioecologica proiettata nel 2030" :ilSicilia.it
Palermo

disappunto di Giulia Argiroffi

Redatto il piano regolatore. Orlando: “Palermo una città bioecologica proiettata nel 2030”

di
29 Novembre 2019

Il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore all’urbanistica, Giusto Catania, si sono recati presso gli uffici della Fiera del Mediterraneo, dove i tecnici dell’ufficio del Piano regolatore hanno concluso il lavoro di redazione dello strumento urbanistico che, lunedì, sarà inviato al Genio civile per il parere obbligatorio. Orlando ha espresso il proprio apprezzamento per il lavoro svolto dai tecnici comunali.

“E’ stato un iter lungo, ma la redazione di uno strumento urbanistico in una scala di dettaglio 1/2000 merita attenzione basterebbe il numero delle tavole stampate, quasi 600, per dimostrare la mole di lavoro”, dichiara Giusto Catania, che aggiunge: “Adesso attendiamo che il piano acquisisca, entro sessanta giorni, il parere del Genio civile e finalmente comincerà la fase di partecipazione democratica che porterà lo strumento urbanistico all’ordine del giorno del Consiglio comunale“.

“Il Piano regolatore è perfettamente in linea con gli indirizzi espressi dal Consiglio comunale – sottolinea il sindaco Orlando -, infatti, con l’approvazione dello schema di massima si è evidenziata la volontà politica di costruire una ”città bioecologica” proiettata nel 2030 e caratterizzata da consumo zero di suolo”.  

Subito dopo l’invio della variante generale del Piano regolatore l’ufficio procederà alla definizione della relazione e alla stampa delle planimetrie del Piano particolareggiato esecutivo del centro storico che, nelle prossime settimane, saranno anch’esse inviate al Genio civile.

Scettiscismo, invece, da parte dell’opposizione. Ad entrare nel merito della vicenda è Giulia Argiroffi, consigliere appartenente al Gruppo Misto, che dichiara: ”per il Piano regolatore non c’è nulla da festeggiare. Ad oscurare la festa rimangono quasi tre anni di ritardo e otto di scadenze disattese (oltre ad una misteriosa consegna all’assessore Arcuri nel 2018) mai spiegati, nonostante numerose legittime richieste di chiarimenti.
E che oggi, a 60 anni esatti dell’evento che ha inaugurato il Sacco, la demolizione di Villa Deliella, ci si possa vantare di un percorso che ha voluto fin qua negare ogni forma di garanzia di qualità, di trasparenza e condivisione, è paradossale. Il Piano regolatore rimane indelebilmente segnato da negazione di garanzie, altro che festa”.

“Noi pretendiamo – conclude la Argiroffi– anche oggi le giustificazione dettagliate ai ritardi e attendiamo di valutare nel merito, davanti alla documentazione e, statene certi, non faremo sconti di nessun tipo”.

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin