Reddito di cittadinanza, i requisiti per ottenerlo e i beneficiari :ilSicilia.it

un provvedimento che in Sicilia interessa tantissime persone

Reddito di cittadinanza, i requisiti per ottenerlo e i beneficiari

di
22 Novembre 2018

Come funzionerà il reddito di cittadinanza? Si è parlato tanto della misura di sostegno al reddito proposta dal Movimento 5 Stelle e parte del programma del governo gialloverde. Non è ancora attiva, ma lo Svimez ha studiato il funzionamento che il provvedimento dovrebbe avere.

L’analisi dell’Istituto considera potenziali fruitori del reddito di cittadinanza i nuclei familiari con Isee da zero a novemila euro, sulla base di dichiarazioni dei redditi relative al 2016. In particolare, lo Svimez tiene conto che per le famiglie con due componenti l’ammontare medio possa arrivare a 1.092 euro, questo utilizzando la scala di equivalenza nell’ipotesi, usata come semplificazione, che i nuclei siano composti per il 50% da due adulti e per il 50% da un adulto ed un minore.

L’ipotesi tiene anche conto del fatto che il 50% dei nuclei familiari abbia la casa di proprietà, per cui al 50% dei nuclei va l’intero sussidio all’altro 50% il sussidio meno l’affitto figurativo di 280 euro. Come è noto, per quel che concerne le famiglie mononucleari il reddito di cittadinanza dovrebbe ammontare a 780 euro. Quando da Isee nullo si passa alle classi superiori, invece, si ipotizza una distribuzione normale per cui il reddito medio annuo è rispettivamente 1.500, 4.500 e 7500 euro e quindi il reddito mensile 125, 375 e 625. Il sussidio va a coprire la differenza tra reddito e soglia massima per ogni classe.

Non si tratta della prima simulazione dello Svimez sull’argomento. Da quella precedente, a livello nazionale, emergeva che il costo complessivo della misura sarebbe di circa 15-16 miliardi. In manovra i miliardi stanziati sono 8, al netto di un miliardo per i centri per l’impiego. I conti, insomma, almeno secondo i calcoli dello Svimez, per il momento sembrano non tornare.

In Sicilia

La Sicilia è la seconda regione, dopo la Campania (391.300 beneficiari stimati), per numero di nuclei familiari richiedenti, che dovrebbero accedere al reddito di cittadinanza: si parla di 342.800. persone.

Per quanto riguarda le province siciliane, è Palermo la capofila per potenziali richiedenti: nel capoluogo le famiglie stimate sono 100.800. A seguire, Catania, con un dato pari a 80.300 nuclei familiari.  Poi Messina con 33.200 nuclei potenzialmente richiedenti, e Agrigento, a quota 27.900, Trapani con 26.900, Siracusa con 24.800 e Caltanissetta con 21.400. In coda a questa particolare classifica, Ragusa con 16.800 potenziali richiedenti il reddito di cittadinanza, ed Enna, fanalino di coda con 10.500 nuclei familiari.

LEGGI ANCHE

Reddito di cittadinanza, ecco chi lo chiederà in Sicilia

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin