Regionali, La Rosa punta il dito contro Musumeci e Micari: "Guardano solo al potere" :ilSicilia.it

Per il candidato: "Vecchi politici e niente programmi"

Regionali, La Rosa punta il dito contro Musumeci e Micari: “Guardano solo al potere”

4 Settembre 2017

Dov’è il programma di Musumeci? E quello di Micari? E la sinistra, quale progetto ha per la Sicilia? La verità è che nessuno ha un programma perché c’è in atto una corsa alla conquista del potere: i partiti sono impegnati nella scelta a tavolino dei candidati per logiche spartitorie da vecchia politica, vendono solo slogan come fanno anche i 5stelle. A nessuno interessa il bene della Sicilia. Noi siamo gli unici ad avere un programma vero, messo a servizio del popolo siciliano“.

Lo dice l’avvocato Roberto La Rosa, candidato presidente della Regione siciliana per il movimento ‘Siciliani liberi’. “Stiamo assistendo a un teatrino sulla pelle dei cittadini – afferma La Rosa – Sta diventando uno stillicidio, prima i candidati e gli accordi e poi forse i programmi. Ma davvero si pensa che i siciliani siano così ottusi? Che la loro scelta sarà sulle facce di vecchi politici e non sulla base dei programmi?“.

E aggiunge:Sgarbi si candida e indica persino due presunti assessori, l’avvocato Antonio Fiumefreddo entra in campo mettendo a disposizione il suo nome ma non si capisce per cosa. Qualcuno cerca di abbozzare brandelli di programma scopiazzando, come fa Gaetano Armao che parla di moneta complementare prendendo a pieni mani dal nostro programma“.

Noi – sottolinea La Rosa – stiamo girando in lungo e in largo la Sicilia, nel ragusano abbiamo incontrato gli agricoltori nel corso di una tre giorni parlando del problema dei grani provenienti dall’estero con un sit-in davanti al porto di Pozzallo che ha avuto una grande partecipazione. Il nostro è l’unico progetto in atto serio e articolato che punta decisamente al rilancio dell’economia e dell’occupazione attraverso l’istituzione della zona economica speciale. Siamo certi che avremo un gran risultato, con noi ci sono tanti giovani che credono nel progetto di una Sicilia libera e indipendente anche nelle scelte di natura economica. Negli altri partiti ci sono sempre le stesse facce di quei dirigenti che hanno portato l’isola al disastro, vale per i tre poli italiani: centrodestra, centrosinistra ma pure per i 5stelle. Basta“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.