Regione: 16 aziende siciliane premiate alla Fiera "Golosaria" di Milano :ilSicilia.it
Banner Ortopedia Ferranti

ECCELLENZE MADE IN SICILY

Regione: 16 aziende siciliane premiate alla Fiera “Golosaria” di Milano

di
29 Ottobre 2019

Successo strepitoso per la Sicilia alla quattordicesima edizione di Golosaria, la manifestazione milanese vetrina per le tendenze del mondo delle eccellenze enogastronomiche, che oltre ad una massiccia presenza ha visto ben sedici aziende del gusto premiate nel settore dell’innovazione.

La consegna del premio all’innovazione si è svolta nella giornata clou della manifestazione enogastronomica, domenica, e a premiare i siciliani è stato direttamente Paolo Massobrio, critico gastronomico e patron di Golosaria.

Il premio all’innovazione è arrivato per l’azienda rosolinese Aruci che ha reinterpretato alcuni dolci tipici a base di sesamo di Ispica e mandorle siciliane, Bonsicilia di Acireale per le sue confetture a base di arance e curcuma, la Bacchus di Salemi e il suo elisir ‘Chiaro di Luna’, l’azienda Cancemi, custode dell’antico grano siciliano ‘Perciasacchi‘ e sempre nel campo della varietà dei grani antichi la Molini del Ponte di Castelvetrano e la Riggi di Caltanissetta.  L’azienda Caraci con i suoi prodotti a base di pistacchio di Bronte, il panificio Gitto dalla provincia di Messina con il ‘biscotto di Cuddurra’, riconoscimento anche per il succo di melograno della Pomel di Marsala e l’azienda agricola Tudia di Petralia Sottana in provincia di Palermo, il gelo di fichi d’india della Monil di Bronte non ancora sbarcato sul mercato. Riconoscimento per l’innovazione per il paniere alimentare del distretto dei mercati ‘la Vucciria”, per il packaging dell’olio dell’azienda agricola Centonze della provincia di Trapani e per l’originale contenitore da asporto per arancini della Cerere Fattore siculo di Adrano. Tra i premiati anche la selezione di mandorle della Loman di Cassibile e la valorizzazione dell’oliva autoctona calamigna operata dall’azienda agricola L’oro di Calamigna di Ventimiglia di Sicilia.

turanoAll’appuntamento milanese erano presenti anche la storica torrefazione palermitana Morettino, caffè ufficiale dell’evento, e l’azienda dolciaria Fiasconaro di Castelbuono con tutti i suoi prodotti.

“Dopo la Lombardia che giocava in casa, la Sicilia è stata la regione con la presenza più numerosa e qualificata a Golosaria – ha commentato l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turanoè il segno di un settore agroalimentare dinamico e innovativo e la Regione farà tutto il possibile per incoraggiare questo trend di sviluppo”.

La presenza dell’agroalimentare siciliano è stata possibile grazie alla Regione Siciliana che tramite l’Assessorato regionale alle Attività produttive ha finanziato la partecipazione delle cinquantuno aziende dell’Isola a Golosaria.

 

LEGGI ANCHE:

Eccellenze agroalimentari: 51 aziende siciliane a Milano per “Golosaria”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco