Regione: 6,7 milioni per finanziare master, corsi di lingua e alta formazione | video intervista :ilSicilia.it

L'annuncio di Musumeci e Lagalla

Regione: 6,7 milioni per finanziare master, corsi di lingua e alta formazione | video intervista

16 Aprile 2019

Guarda la video intervista in alto

Una dotazione da 6,7 milioni di euro per finanziare master e corsi di perfezionamento post lauream, certificazioni internazionali di lingue straniere e licenze, patenti o brevetti. La Regione siciliana vara il progetto Giovani 4.0 destinato a giovani che non abbiano compiuto il trentaseiesimo anno di età e che risultino iscritti nelle liste anagrafiche della Regione siciliana da almeno due anni o che abbiano trasferito la residenza da non più di dodici mesi. Il bando sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Si tratta di voucher a rimborso, parziale o totale. In particolare, quelli per finanziare Master e corsi post lauream sono destinati a chi sia in possesso di lauree del vecchio ordinamento, triennali, magistrali o conseguite all’estero e riconosciute in Italia. Gli ambiti di studio previsti sono quello agroalimentare, turismo e beni culturali, energia, smart cities e communities, Economia del Mare e Scienze della vita. In questo caso la fetta di dotazione prevista è pari a 3,5 milioni di euro. Due le finestre temporali per presentare la propria candidatura a questa misura, dal 29 aprile al 14 giugno e dal 2 settembre al 18 ottobre. Ciascun voucher potrà coprire un importo massimo di 7.500 euro, nel caso in cui i percorsi formativi siano erogati da atenei italiani, mentre il tetto arriva a diecimila euro se l’università è straniera, con sede nel territorio dell’Unione europea.

Per i voucher utili al conseguimento di una certificazione internazionale di lingua estera – inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo e cinese – sono stanziati un milione e duecento mila euro, che potranno essere erogati durante tre finestre temporali: dal 29 aprile al 14 giugno (400mila euro), dal 2 settembre al 18 ottobre (400mila euro) e poi dal 1 aprile al 15 maggio 2020 (400mila euro). Il valore massimo di ciascun voucher sarà di 1.800 euro per le lingue europee e 2.800 euro per cinese e russo. In entrambi i casi, i fondi saranno utili alla copertura delle spese di iscrizione, di frequenza e di certificazione obbligatoria.

Infine, per il rilascio di voucher per la copertura dei costi di corsi finalizzati al conseguimento di licenze, patenti e brevetti (qualifiche dei tecnici sportivi, patenti e certificati di guida o di altro genere) sono previsti due milioni di euro complessivi, distribuiti in voucher dal valore massimo di cinquemila euro e resi disponibili durante tre finestre temporali, le stesse valide per la sezione precedente.

Ieri si pensava a parrucchieri e manicure, oggi pensiamo a questo tipo di formazione – ha detto Nello Musumeci – Saranno i giovani a decidere a quale corso partecipare. La Regione attraverso un voucher consegnerà il rimborso, totale o parziale, per le spese affrontate. E’ chiaro che non ci fermiamo ai 7 milioni, non appena avremo la possibilità di disporre di nuove risorse, e all’esito di questo bando, potremo benissimo continuare a utilizzare la graduatoria per i giovani che hanno fatto domanda ma si sono visti esclusi per esaurimento delle risorse stanziate nella prima fase. E’ una iniziativa di alto valore sociale, finalizzata ad accompagnare le aspirazioni legittime di giovani che hanno conseguito la laurea o dei giovani che ritengono di arrivare alla laurea attraverso una dotazione formativa più completa“.

Come governo regionale – ha evidenziato l’assessore regionale Roberto Lagalla – intendiamo provvedere alla crescita qualitativa del capitale umano, contribuendo ad ampliare il bacino di professionalità a cui le imprese possono attingere per migliorare la loro competitività e capacita’ innovativa. Con il ‘Progetto giovani 4.0’ daremo a tanti giovani siciliani la possibilità di accedere all’alta formazione, stimolandoli a una maggiore crescita formativa, e di conseguire titoli e attestati utili ad arricchire il loro curriculum professionale“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.