Regione, disavanzo 2017: si va verso la spalmatura in 10 anni :ilSicilia.it

La conferenza stampa di Armao

Regione, disavanzo 2017: si va verso la spalmatura in 10 anni

11 Giugno 2019

Si va verso la spalmatura in 10 anni del disavanzo di circa 540 milioni di euro, la parte restante dei 2,1 miliardi gran parte dei quali coperti già in trent’anni nel bilancio della Regione siciliana.

A pronunciarsi in questo senso dovrebbe essere la commissione paritetica Stato-Regione che si riunirà mercoledì 12 giugno, come anticipato dall’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, in una conferenza stampa, a Palermo, convocata per presentare la relazione conclusiva della speciale commissione di studio istituita sul disavanzo del 2017.

La commissione paritetica, ha spiegato Armao, “si esprimerà anche sul recepimento del 118 nelle forme previste dallo statuto autonomistico, sull’introduzione della figura dei revisori dei conti come organo indipendente e sull’abolizione del controllo preventivo generalizzato sugli atti della programmazione europea. Il via libera alla spalmatura in dieci anni del disavanzo consentirà al governo Musumeci di sbloccare parte e tutte le somme ‘congelate’ nel bilancio proprio in attesa dell’accordo col Mef“.

La giunta regionale, presieduta dal governatore Nello Musumeci, ha approvato il rendiconto per il 2018, lo ha comunicato l’assessore Gaetano Armao, nel corso della stessa conferenza stampa, il rendiconto sarà trasmesso alla Corte dei Conti per la parifica.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.