19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.37

L'annuncio di Musumeci

Regione, fondi per frana di Castronovo e viabilità a Gualtieri Sicaminò

12 Gennaio 2019

 

Il governo Musumeci accelera per risolvere i pesanti disagi provocati dalla frana che ha interrotto la strada provinciale 48 a Castronovo di Sicilia, nel Palermitano.

Dopo aver finanziato, attraverso il dipartimento regionale della Protezione civile, la realizzazione di un by-pass per consentire, nel breve periodo e in maniera provvisoria, l’attraversamento, adesso Palazzo d’Orleans ha destinato quasi un milione e settecentomila euro alla messa in sicurezza e al consolidamento del versante a monte dell’arteria viaria provinciale. Si tratta di risorse provenienti dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, coordinato proprio dal presidente della Regione Nello Musumeci.

Nel frattempo il governo Musumeci ha annunciato che sarà ampliata e messa in sicurezza la strada che collega il centro abitato di Gualtieri Sicaminò con il cimitero. Il governo Musumeci ha destinato al Comune del Messinese 2,7 milioni di euro, fondi gestiti dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente della Regione.

Il percorso, lungo circa due chilometri e mezzo, presenta diversi punti con cedimenti del manto stradale e, soprattutto, è talmente stretto da non consentire il passaggio contemporaneo di due vetture che procedono in direzione opposta. Su uno dei due lati della carreggiata, inoltre, non è presente alcuna barriera di protezione e, in passato, si è registrato anche un incidente mortale con un camion che è precipitato nell’adiacente scarpata.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.