Regione, il Consiglio dei ministri impugna alcune norme della finanziaria :ilSicilia.it

la nota

Regione, il Consiglio dei ministri impugna alcune norme della finanziaria

12 Dicembre 2019

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha impugnato alcune norme del collegato alla legge finanziaria della Regione siciliana. Lo rende noto Palazzo Chigi, sottolineando in una nota che è stata impugnata “la legge della Regione Sicilia, numero 17 del 16 ottobre 2019, recante ‘Collegato alla legge di stabilità regionale per l’anno 2019 in materia di attività produttive, lavoro, territorio e ambiente, istruzione e formazione professionale, attività culturali, sanità. Disposizioni varie, in quanto varie norme eccedono dalle competenze attribuite alla regione dallo statuto speciale e violano vari principi costituzionali“.

In particolare – sottolinea la nota del Cdm – una norma riguardante la destinazione dei proventi delle alienazioni degli alloggi di edilizia popolare contrasta con i principi fondamentali della legislazione statale in materia di ‘coordinamento della finanza pubblica’, di cui all’articolo 117, terzo comma, della Costituzione; altre norme in materia di personale regionale, anche sanitario, invadono la materia dell’ordinamento civile, in violazione dell’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione; altre norme infine, che riportano clausole di invarianza finanziaria, violano il principio di copertura finanziaria di cui all’articolo 81, terzo comma, della Costituzione“.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.