Regione, in arrivo 2,3 milioni per le reti idriche di 17 comuni trapanesi :ilSicilia.it
Trapani

ECCO le città coinvolte

Regione, in arrivo 2,3 milioni per le reti idriche di 17 comuni trapanesi

di
12 Giugno 2020
eleonora- lo-curto
Eleonora Lo Curto

Via libera dal governo Musumeci a 2,3 milioni di euro per 17 Comuni trapanesi. Le somme serviranno agli enti locali per gestire, in una fase transitoria, le reti idriche dall’Eas.

L’Ati trapanese al momento sta redigendo il piano d’ambito tramite un commissario nominato dalla Regione, grazie al quale pianificherà gli investimenti e la gestione degli impianti.

Una volta approvato il piano, l’Ati dovrà individuare un gestore unico. In attesa di questo passaggio, saranno i Comuni ad orchestrare il servizio. Le località interessate in provincia di Trapani sono Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Gibellina, Isole Egadi, Comune di Castelvetrano frazione di Marinella di Selinunte, Paceco. Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa, San Vito Lo Capo, Valderice, Vita e le reti Asi di Trapani. 

Una notizia importante per il territorio trapanese – dice Eleonora Lo Curto, capogruppo dell’Udc all’Ars ancora una volta, anche nel settore idrico, la nostra provincia dimostra di aver intrapreso un percorso virtuoso che passo dopo passo farà sentire gli effetti benefici sulla qualità del servizio erogato ai cittadini. Un sincero ringraziamento all’assessore Pierobon per il lavoro attento e competente svolto anche attraverso l’ascolto dei sindaci con i quali ha sempre interloquito fattivamente“.

L’assessorato regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità guidato da Alberto Pierobon erogherà l’anticipazione nel momeno in cui l’Eas dimostrerà di avere ceduto le reti ai Comuni e dopo che i Consigli comunali avranno approvato il piano di rientro delle somme ricevute dalla Regione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin