Regione, in vista la riorganizzazione degli uffici. Sindacati scettici :ilSicilia.it

il fatto

Regione, in vista la riorganizzazione degli uffici. Sindacati scettici

di
30 Luglio 2021

Una nuova concertazione con i sindacati dei regionali per discutere degli aspetti organizzativi dell’amministrazione della Regione Siciliana: è questo l’oggetto di una serie di riunioni iniziate e organizzate dall’assessorato della Funzione pubblica con un serrato calendario di appuntamenti. A scriverlo è il Cobas/Codir, l’organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa del pubblico impiego regionale.

“Il governo regionale – scrive in una nota diffusa oggi dal Cobas/Codir – dopo le due riorganizzazioni, quella del 2016 e quella 2019, continua sullo stesso solco: quello della riduzione di postazioni con l’indiscriminata eliminazione di unità operative. Ma in realtà – denuncia il sindacato – non viene snellita alcuna delle procedure burocratiche che rimangono regolamentate da leggi anacronistiche che rallentano gli iter approvativi e che fanno percepire la pubblica amministrazione siciliana soltanto come un ostacolo allo sviluppo e al cambiamento della Sicilia.

Inoltre, in assenza della riclassificazione del personale del comparto non dirigenziale e della stessa dirigenza, nonché di uno sblocco dei concorsi negato da infausti accordi Stato-Regione, – continua la nota del sindacato – si causa un sovraccarico gestionale che per complessità e tempistica dei procedimenti, ha avuto e avrà un ulteriore risvolto negativo nella risposta che l’Amministrazione regionale deve dare al cittadino e particolarmente alle imprese che viaggiano su percorsi che le regole di mercato impongono.

La nuova rimodulazione proposta – evidenzia la segreteria generale del Cobas/Codir – dovrebbe andare al di là della semplice organizzazione amministrativa di uffici. Dovrebbe essere, infatti, corredata anche dalle reali esigenze in termini di personale necessario per fare funzionare una macchina tanto complessa quanto estesa. E sarebbe necessaria una seria riforma che trasformi l’amministrazione pubblica nella direzione di una funzione di maggiore controllo e minore funzione approvativa dei provvedimenti. La rimodulazione proposta sembra rispondere, invece, soltanto a una mera logica numerica di riduzione degli uffici preposti alla responsabilità dirigenziale, senza che questa tenga minimamente conto del funzionamento della complessa macchina amministrativa e delle reali esigenze della collettività. Per queste ragioni – conclude la segreteria generale del Cobas Codir – il sindacato esprime il proprio parere negativo a tutte le riorganizzazioni sin qui proposte dal governo regionale”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin