Regione, Manlio Messina (Fratelli d'Italia) nuovo assessore al Turismo | ilSicilia.it :ilSicilia.it

la nomina questa sera

Regione, Manlio Messina (Fratelli d’Italia) nuovo assessore al Turismo

di
5 Luglio 2019

Fumata bianca per  Manlio Messina di Fratelli di Italia, come nuovo assessore regionale al Turismo. La tanto attesa nomina da parte del presidente della Regione Nello Musumeci del fedelissimo di Giorgia Meloni è arrivata nel tardo pomeriggio. L’uomo in giunta, voluto fortemente dalla leader di Fratelli d’Italia, ha preso il posto dell’ex assessore al Turismo Sandro Pappalardo, che lo scorso 5 giugno si era dimesso per andare a ricoprire il prestigioso incarico all’Enit, Ente nazionale per il Turismo.

Una sostituzione di poltrona facile, a prima vista, in quanto il partito “assegnatario” di quell’assessorato era proprio Fratelli d’Italia. Ma la nomina, però, stentava ad arrivare a causa di qualche mugugno di ambienti governativi della Sicilia orientale nei confronti del catanese Manlio Messina.

Ma il cielo ieri si è schiarito per il neo assessore che ha dichiarato a ilSicilia.it: “Abbiamo avuto ore abbastanza impegnative, belle, ma impegnative. C’è tanto da lavorare. Può sembrare una frase fatta, ma abbiamo un tesoro nelle mani, e abbiamo la necessità di poterlo valorizzare al meglio. Il turismo non passa non solo da ciò che teniamo naturalisticamente, ma passa anche da altri temi fondamentali per fare turismo”.

“E’ necessario – aggiunge Manlio Messina – un piano infrastrutturale serio. Abbiamo bisogno di aeroporti funzionanti, ferrovie, autobus. Il turismo deve essere accompagnato da tutte le altre deleghe. Ci sarà molto da fare. Io non mi spavento di questo. Anzi, per me è motivo di grande orgoglio. Gli uomini all’interno dell’assessorato sono assolutamente di fiducia, probabilmente faremo un aggiustamento di assetto organizzativo. Ma ancora è troppo presto per parlarne”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin