Regione, Piano Strategico Sicilia 2030: ecco il comitato scientifico :ilSicilia.it

L'annuncio di Gaetano Armao

Regione, Piano Strategico Sicilia 2030: ecco il comitato scientifico

di
28 Novembre 2018

Costituito il Comitato Scientifico per l’elaborazione del Piano Strategico Sicilia 2030. “Lo abbiamo istituito insieme al Presidente Musumeci e si metterà al lavoro già nei prossimi giorni, una volta che il Defr sarà approvato dall’Assemblea regionale, proprio per delineare un piano strategico che guardi a medio e lungo termine e che non si limiti alla scansione temporale dei documenti finanziari, che di solito è di 3 anni o al massimo di 7 quando si tratta di programmazione europea“. Così il vicepresidente della Regione siciliana e assessore all’Economia, Gaetano Armao. “Dobbiamo uscire – aggiunge – da un’impostazione politica che guarda alla punta dei piedi e dobbiamo entrare in una dimensione che abbia uno sguardo lungo, verso le frontiere dello sviluppo. Ecco perché è necessaria una visione strategica, che individui e intercetti le linee direttrici dell’evoluzione dell’economia siciliana e, soprattutto, le riconnetta con le grandi linee direttrici dell’evoluzione del Mediterraneo, dell’economia digitale, della rivoluzione che sta riguardando il settore dei trasporti, sia via mare e sia via terra. Se vogliamo pensare ai nostri figli, dobbiamo avere una visione strategica“.

A quali modelli il nuovo comitato si ispira? “Il nostro riferimento – spiega Armao – è stato il documento programmatico dell’Irlanda, perché l’Irlanda è un’isola come la Sicilia, perché ha un popolazione simile a quella della nostra regione e ha dei profili di economia agricola similari“. Dal decreto assessoriale numero 24 del 2018, firmato da Gaetano Armao il 12 ottobre scorso, si evince che il Comitato Scientifico, che svolgerà l’incarico a titolo gratuito e senza rimborso spese, è coordinato da Giancarlo Migliorisi, capo di gabinetto vicario dell’assessore regionale per l’Economia ed, altresì, così composto da Carlo Amenta, Giuseppe Barbera, Carlo Bavetta, Alessandro Bellavista, Ignazio Buttitta, Maurizio Carta, Paolo Inglese, Antonio Purpura, Riccardo Ursi e Caterina Ventimiglia, docenti dell’Università degli studi di Palermo; gli economisti Luca Bianchi, Maurizio Caserta, Alessandro La Monica e Alessandro Morselli; il professore universitario Pietro BusettaDario Corona, ingegnere esperto informatico; il professor Giovanbattista Dagnino, dell’Università Lumsa di Palermo; i professori Rosario Faraci e Fabrizio Tigano, dell’Universita’ di Catania; l’avvocato e giurista Dario Immordino; il professore Michele Limosani, dell’Universita’ di Messina; Giuseppe Nobile, dirigente dell’Ufficio Statistica dell’Assessorato dell’Economia; l’architetto e urbanista Francesco Salinitro; il professore Giovanni Tesoriere, dell’Universita’ Kore di Enna.

Con il decreto numero 29 del 14 novembre, l’Assessore amplia i componenti del Comitato Scientifico, includendovi anche Carmen Ciciriello, esperta in e-government e Angelo Arrigo, esperto in marketing management. A supporto del processo di elaborazione del Piano Strategico Sicilia 2030, è anche costituita la segreteria tecnica, coordinata dallo stesso Giancarlo Migliorisi e composta da sette dei membri del Comitato scientifico: Amenta, Corona, Morselli, Immordino, La Monica, Salinitro e Ventimiglia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro