Regione, Più Europa sulla Cig: "Accelerare iter o sarà collasso sociale" :ilSicilia.it

LE PAROLE DEL COORDINAMENTO REGIONALE

Regione, Più Europa sulla Cig: “Accelerare iter o sarà collasso sociale”

di
21 Aprile 2020

Delle quasi 133 mila richieste di Cassa integrazione in deroga, ad oggi nessuna è stata pagata. I ritardi rischiano di acuire una situazione già al limite“.

Questo è il commento del coordinamento siciliano di Più Europa, alla luce dei ritardi sui pagamenti della cassa integrazione da parte della Regione.

Siamo pur consapevoli che a fronte della metà della popolazione di una regione come la Lombardia e con ¼ delle imprese in meno, la Sicilia ha avuto il doppio delle domande di cassa integrazione in deroga. Capiamo pertanto le difficoltà della Regione a far fronte alle 133.000 richieste inoltrate e la difficoltà di gestione anche con INPS“, sottolinea il direttivo di Più Europa.

Abbiamo richiesto stamane alla Regione Siciliana di accelerare ulteriormente l’iter, anche con l’individuazione di risorse umane aggiuntive da destinare al servizio, e siamo confortati circa il nostro intento dal confronto odierno che si è tenuto tra il nostro esponente Fabrizio Ferrandelli ed il Vicepresidente della Regione Gaetano Armao che ha ben presente la questione“.

Credo che l’accordo recente con ABI consentirà una accelerazione grazie all’anticipo delle somme da parte delle banche, così come l’invio ad Inps delle pratiche nell’ordine di 1000 alla volta. Risultato non secondario – commenta Fabrizio Ferrandelli- se consideriamo che Inps richiedeva la lavorazione una ad una”.

Siamo convinti che essere sinergici, oggi, è l’unico strumento per poter fronteggiare una crisi che colpisce tutti. La politica deve poter fornire risposte celeri e concrete e noi continueremo ad essere presenti sui temi e sulle proposte essendo pungoli ma mai disconoscendo le difficoltà di chi gestisce per la prima volta situazioni di queste dimensioni”, chiosa Fabrizio Ferrandelli.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Credete che stiano dormendo?”

Non voglio ritornare a quel mondo malato, Io mi auguro di venirne fuori, quantomeno fisicamente, ma dovremmo fare un patto, un vero patto collettivo affinché si prenda insegnamento di tutto quanto ciò e si possa per una volta dire: “mai più!”. La riflessione di Epruno.
Balzebù
di Balzebù

M5S, la nuova spaccatura che sa di rottura definitiva del giocattolo

E’ cominciata molto prima del previsto la parabola discendente del Movimento 5 stelle. Probabilmente, non arriverà neanche alle prossime elezioni. Il disfacimento della creatura di Beppe Grillo è sotto gli occhi tutti. Ma nessuna sorpresa: un partito fondato soltanto sulla protesta non poteva avere un futuro

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin