Regione, sabato la proclamazione di Musumeci, continua il toto-nomi per gli assessorati :ilSicilia.it

Regione, sabato la proclamazione di Musumeci, continua il toto-nomi per gli assessorati

di
16 Novembre 2017

E’ prevista per sabato prossimo la proclamazione del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, mentre entreranno nel vivo la prossima settimana le trattative per la scelta degli assessori.

Sabato la Corte d’Appello di Palermo notificherà il risultato delle elezioni a Musumeci, che da quel momento assumerà le funzioni di presidente. Quindi l’insediamento a Palazzo d’Orleans. A quel punto cominceranno gli incontri con i segretari dei partiti, che il neo governatore vedràsingolarmente.

Il più atteso è l’incontro con Gianfranco Miccichè, leader di Forza Italia, partito di maggioranza della coalizione. Miccichè sara’ fuori città fino a domenica (pare sia in vacanza). Bisognerà aspettare ancora qualche giorno, dunque, per avere un’idea più precisa sulla composizione dell’esecutivo e sulla ripartizione degli assessorati tra i partiti: oltre a Forza Italia, Udc, Popolari e Autonomisti, Noi Con Salvini-Fratelli d’Italia e Diventera’ Bellissima.

Ieri, intanto, primo ingresso a Palazzo dei Normanni per Musumeci, da presidente eletto. Accompagnato dal deputato Udc Mimmo Turano, Musumeci è stato accolto da un applauso da un gruppo di dipendenti dell’Ars che si sono congratulati con lui per il risultato raggiunto.

Nello scacchiere delle nomine, l’Udc rivendica almeno due posti in giunta, che potrebbero essere occupati, secondo indiscrezioni, da Ester Bonafede, portavoce nazionale del partito, e da Vincenzo Figuccia, forte delle oltre 9 mila preferenze ottenute. Figuccia, nello Scudocrociato dopo il passato forzista, è stato tra gli sponsor più convinti della candidatura di Musumeci nel balletto estivo delle candidature del centrodestra per la Presidenza della Regione.

“Il nostro silenzio è di chi è sicuro che avrà quello che gli spetta – dice all’ITALPRESS Ester Bonafede – L’Udc non avrà bisogno di reclamare, non alziamo barricate perchè siamo tranquilli del nostro ruolo all’interno della coalizione. Siamo un partito nazionale, che si affaccia alle Politiche con la consapevolezza di avere fatto rinascere un partito che era considerato in via di estinzione. Ci abbiamo creduto e abbiamo vinto”.

Dentro Forza Italia, a cui andranno sei assessori, crescono le quotazioni di Marco Falcone, espressione degli azzurri catanesi e scendono quelle di Giuseppe Milazzo. Per accontentare gli appetiti delle altre province, in pole position ci sono Orazio Ragusa (eletto a Ragusa), Nino Germanà, primo dei non eletti a Messina, e Riccardo Gallo Afflitto di Agrigento. Blindati i nomi di Gaetano Armao, vicepresidente della Regione con delega all’Economia e di Vittorio Sgarbi, ai Beni culturali.

Intanto, per l’assessorato alla Sanità si fa avanti il nome di Ruggero Razza, avvocato catanese fedelissimo di Musumeci.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin