Regione Siciliana, M5S: "Questo governo non è riuscito a cavare un ragno dal buco" :ilSicilia.it

i ringraziamenti di Musumeci a Parmitano finiscono in polemica

Regione Siciliana, M5S: “Questo governo non è riuscito a cavare un ragno dal buco”

21 Agosto 2019

Delle congratulazioni da parte del governatore Musumeci all’astronauta Parmitano si trasformano in un attacco da parte di una fetta dell’opposizione a Palazzo dei Normanni, che considera l’operato di questa ultima legislatura politica siciliana “ferma al palo”.

Antefatto: un gagliardetto con lo stemma della Sicilia “sventola” innanzi a una finestra della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), con la magnifica curvatura della Terra sullo sfondo. È il nuovo, spettacolare scatto pubblicato su Facebook e Twitter dall’astronauta della provincia di Catania, Luca Parmitano, impegnato a bordo del laboratorio orbitante nella missione Beyond. AstroLuca, quarantaduenne di Paternò, ha voluto omaggiare i suoi amici e la sua terra natia con un’immagine suggestiva, che mostra ancora una volta tutto l’amore dell’astronauta per la Sicilia. Non sono mancati i ringraziamenti da parte del presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci.  Ma a queste non sono mancate nemmeno le critiche del movimento 5 stelle rispetto all’operato di questo governo.

Finalmente questo governo può brindare ad un enorme trionfo, giustamente sottolineato con enfasi da Musumeci: avere spedito il gagliardetto della Sicilia nello spazio. Ottimo. Attendiamo con ansia, ora, il primo suo successo sulla terra, dove, finora, questo governo non è riuscito a cavare un ragno dal buco“.

Parole di piombo che vengono affermate dai grillini, commentando le dichiarazioni del governatore siciliano.

Giusto – dicono i deputati – inorgorglirsi. Ci pacerebbe, però, che Musumeci e la Sicilia avessero altre occasioni per farlo, ed invece, purtroppo, a quasi due anni dal via di questo esecutivo, le strombazzatissime riforme annunciate in pompa magna da Musumeci, quella dei rifiuti in primis, restano mestamente al palo. Dubitiamo – concludono i deputati – che un solo gagliardetto possa far lasciare a Musumeci l’ultimo posto nella classifica dei presidenti di Regione, per cui lo esortiamo ad accelerare, dando spazio a serie riforme e non a piogge di collegati alla Finanziaria che servivano solo ad accontentare gli appetiti della maggioranza e non certo ai siciliani“.

Il lungo periodo di vacanza dall’aula di Palazzo dei Normanni da parte dei deputati ha ancora aumentato l’attesa delle importanti riforme di questa legislatura. A questo si aggiunge il giudizio di parifica della Corte dei Conti in merito alle spese della Regione. Già da tempo i magistrati contabili hanno avanzato diverse osservazioni sui conti pubblici regionali. In merito al disegno di legge sulla riforma dei rifiuti, pare non sia mai arrivato a Sala D’ercole perchè l’aula con i suoi gruppi parlamentari si è “impantanta” attraverso una cascata di emendamenti sotto esame, inerenti al “Collegato”. Aspettando la stagione delle pioggie, propizia – si spera – di novità, al momento rimane tutto nel cassetto dei Palazzi.

Astroluca porta la Sicilia nello spazio, Musumeci: “Orgogliosi”

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona