Registri tumori, Razza: "Sicilia regione all'avanguardia" :ilSicilia.it

sorveglianza epidemiologica sul territorio

Registri tumori, Razza: “Sicilia regione all’avanguardia”

di
27 Marzo 2019

Si riorganizza in Sicilia la rete regionale dei registri tumori. Con proprio decreto, l’Assessore alla Salute Ruggero Razza ha recepito la normativa nazionale di riferimento e determinato un modello che finalmente corrisponde ai criteri organizzativi e gestionali della rete dei registri che fa capo al Ministero della Salute.

Ruggero Razza
Ruggero Razza

Ecco alcune delle misure previste: le Aziende sanitarie provinciali o le Aziende ospedaliere da cui dipendono i registri tumori saranno tenute a garantire un’adeguata dotazione organica in grado di assicurare la qualità della rilevazione; il personale dovrà essere in possesso di una comprovata esperienza e competenza epidemiologica, ma anche nel campo della registrazione dei tumori. Viene inoltre costituito il Centro di Coordinamento regionale con un comitato tecnico scientifico composto dai responsabili dei singoli registri. Con lo stesso decreto è adottato il regolamento per il trattamento dei dati personali e particolari, secondo lo schema concordato in sede interregionale che tiene conto delle indicazioni del Garante e l’obbligo di trasmissione dei dati da parte di tutte le strutture sanitarie. Gli standard di qualità dei dati devono corrispondere a quelli previsti in sede nazionale.

La rete siciliana dei Registri Tumori, coordinata dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale, attualmente copre la totalità della popolazione siciliana. L’Isola si conferma prima regione per sorveglianza della malattia oncologica: raggiunge infatti la copertura del 100% degli abitanti, obiettivo della legge statale, contro il 70% circa delle altre regioni. In ogni comune dell’Isola è assicurata la sorveglianza attiva da parte del registro tumori territorialmente competente.

“Con il decreto, emanato per venire incontro alle legittime esigenze di tutela della salute pubblica rivendicate dai cittadini – ha detto Razza – si rilancia l’azione che la Regione sta portando avanti nel potenziamento di tutti gli strumenti di sorveglianza epidemiologica sul territorio, siamo fieri che la Sicilia possa considerarsi all’avanguardia”.

In questi giorni si terrà a Trapani dal 27 al 29 marzo la riunione scientifica annuale dell’Associazione italiana dei registri tumori a conferma della rilevanza del sistema siciliano in campo nazionale.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.