Renzi "atterra" a Palazzo dei Normanni: ecco il gruppo "Italia Viva" :ilSicilia.it

ancora nessuna data

Renzi “atterra” a Palazzo dei Normanni: ecco il gruppo “Italia Viva”

di
5 Novembre 2019

Dopo la Leopolda a Firenze era già tutto chiaro. Renzi e il suo nuovo partito “Italia Viva” arriverà a Palazzo dei Normanni attraverso un gruppo parlamentare. Una nascita formale che aspetta la data esatta. Al momento i corteggiamenti da parte dell’ex premier e il suo braccio destro, Davide Faraone hanno messo a segno le prime quattro adesioni. Ossia i deputati di Sicilia Futura, Nicola D’Agostino ed Edi Tamajo e i due oramai ex democratici, Luca Sammartino e Giovanni Cafeo.

Il mondo di Sicilia Futura si è interrogati dopo la proposta di Renzi. L’idea di convergere su Italia Viva ha un buon livello di gradimento. Siamo nati come una costola del Pd diciamo che è un percorso che dovrebbe essere naturale”, dice D’Agostino.

Nulla di certo al momento per la data ufficiale per la composizione del gruppo. Ma la campagna acquisti da parte di Renzi all’interno di Palazzo dei Normanni è solo all’inizio.

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.