Renzo Piano sceglie Palermo, quattro borse di studio al dipartimento di architettura :ilSicilia.it
Palermo

NELL'OTTICA DEL PROGETTO DI "RAMMENDO DELLE PERIFERIE"

Renzo Piano sceglie Palermo, quattro borse di studio al dipartimento di architettura

di
11 Febbraio 2020

Renzo Piano ha deciso di proseguire a Palermo la sua azione dedicata al “rammendo delle periferie“, mettendo a disposizione del Dipartimento di Architettura di UniPa quattro borse di studio per dieci mesi.

Il celebre architetto, vincitore del Pritzker Architecture Prize nel 1998 e senatore a vita della Repubblica italiana dal 2013, ha scelto di investire sull’ateneo del capoluogo siciliano.

Il responsabile scientifico, scelto da Piano, è il prof. Andrea Sciascia, che guiderà il team conposto da Antonino Alessio, Flavia Oliveri, Veronica Angela Valenti, Marina Viola in una esperienza entusiasmante che sino ad ora ha interessato le periferie di Catania, Milano, Roma, Torino e Venezia.

da sx R. Piano e A. Sciascia(1)

La scelta di Renzo Piano mi rende felice, poiché onora l’intero Ateneo e particolarmente il Dipartimento di Architetturacommenta il prof. Andrea SciasciaSono sicuro che la squadra di Palermo si dimostrerà all’altezza delle aspettative dell’illustre Collega e si spenderà senza risparmio alcuno per la buona riuscita di questo importante progetto. Per noi tutti rimarrà un’esperienza memorabile“.

E’ un grande onore per il nostro Ateneo ricevere questo riconoscimento da parte di Renzo Piano – sottolinea il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio MicariOltre a contribuire al prestigio del nostro Ateneo rappresenta una splendida opportunità per i nostri studenti che potranno fare parte di un importantissimo progetto mettendo a frutto le profonde conoscenze apprese nel loro percorso universitario“.

Insieme a Palermo, nel 2020, il Senatore a vita ha scelto, come sedi universitarie e come luoghi in cui intervenire, Padova e Bologna.

I giovani lavoreranno nelle loro sedi ma incontreranno Piano ogni due mesi presso Palazzo Giustiniani – da qui la sigla G124 (Giustiniani, piano primo, interno 24) – o nello straordinario studio di Genova (Renzo Piano Building Workshop), in cui periodicamente si discuterà dell’avanzamento dei progetti.

Piano definisce questi interventi “gocce”, le quali, per quanto di dimensioni infinitesimali, potranno attivare un nuovo processo di recupero per le parti più degradate della città contemporanea ribaltando totalmente il punto di vista sulle periferie che, in questa positiva prospettiva, diventano luoghi significativi della città del futuro.

Completano il gruppo di lavoro dell’Università di Palermo, insieme al prof. Sciascia e ai quattro giovani architetti, i docenti Cinzia Ferrara (disegno industriale) e Francesco Sottile.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.