Respinto al porto di Palermo un carico di 25 tonnellate di melograno tunisino :ilSicilia.it

Ne dà notizia l'assessore Bandiera

Respinto al porto di Palermo un carico di 25 tonnellate di melograno tunisino

di
24 Gennaio 2020

Un carico di melograno da circa 25 tonnellate è stato respinto al porto di Palermo. La merce risulta non conforme all’ingresso in territorio europeo per la presenza diffusa di organismi nocivi.

A darne notizia l’Assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera. Grazie al lavoro degli ispettori fitosanitari

Edy Bandiera
Edy Bandiera

dell’Assessorato Agricoltura, il 20 gennaio scorso è stato ispezionato, presso il porto di Palermo, un trailer di melograni (Punica granatum) proveniente dalla Tunisia e corredato di  certificazione fitosanitaria (cert. Fito . n° 0016200 del 17-gennaio 2020 del servizio fitosanitario della Tunisia).

All’apertura del trailer in presenza dello spedizioniere doganale incaricato e dei funzionari della Agenzia delle Dogane, il carico di melograni, contenuti in 52 cassette, risultava di un peso, appunto, di 25 tonnellate nette. Alla luce di quanto rilevato, è stata immediatamente prodotta la documentazione atta al respingimento della partita di melograno e restituito il certificato fitosanitario tunisino, che accompagnava la merce.

Continua quotidianamente l’attività del Governo Musumeci di controllo ai prodotti agricoli e agroalimentari in ingresso nel territorio siciliano – afferma l’Assessore per l’Agricoltura Edy BandieraVigiliamo senza tregua ne sconti, nei porti, aeroporti, luoghi d’importazione e vendita, contro chi, per anni, ha lucrato sulla nostra salute e sulla nostra economia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“Teoremi, Postulati e Dogmi”

Oggi il capo non vuole più esser messo in discussione. Una mente matematica come la mia nella sua vita si è nutrita di teoremi i quali partendo da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, giungono a conclusioni, dandone una dimostrazione.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.